Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 980
RAGUSA - 26/12/2014
Attualità - Lo prevede il decreto sottoscritto dall’assessore regionale per le Attività produttive, Linda Vancheri

Saldi al via dal 3 gennaio, ma funzionano ancora?

Promozioni di tutti i tipi sotto varie vesti sono già iniziate in tutti i negozi soprattutto per i clienti "fideizzati" Foto Corrierediragusa.it

Da sabato 3 gennaio sarà ufficialmente dato il via ai saldi invernali. La campagna dei saldi durerà sino al 15 marzo. Il direttore della Confcommercio di Ragusa, Emanuele Brugaletta ha comunicato che è stato diffuso il decreto sottoscritto dall´assessore regionale per le Attività produttive, Linda Vancheri. Secondo le stime dell´ufficio Studi Confcommercio, ogni famiglia spenderà circa 300 euro per l´acquisto di capi d´abbigliamento ed accessori per un valore complessivo di 4,9 miliardi di euro, sul territorio nazionale, pari al 21% del fatturato annuo del settore.

"I saldi - dice il direttore Brugaletta - rappresentano un appuntamento annuale irrinunciabile ed anche uno straordinario rito collettivo. In questo periodo, inoltre, speriamo possano rappresentare una chance per i negozianti del settore moda, dopo una stagione come quella di quest´autunno-inverno partita col freno a mano tirato, oltre che per i consumatori allo scopo di soddisfare una necessità e/o un desiderio con l´acquisto di un capo di qualità a prezzo più accessibile".

E´ anche vero, tuttavia, che promozioni di tutti i tipi sotto varie vesti sono già iniziate in tutti i negozi soprattutto per i clienti "fideizzati" che possono usufruire di una sorta di finestra privilegiata rispetto agli altri consumatori. I saldi hanno perso nel corso degli anni l´impatto che avevano anche perchè è cambiato il mondo del commercio grazie a outlet ed una liberalizzazione di fatto che ha mutato le abitudini dei consumatori.