Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:51 - Lettori online 265
RAGUSA - 19/12/2014
Attualità - Risorse da destinare alle attività turistiche e ricreative

Scoppia la pace in consiglio sulla tassa di soggiorno

E’ stato anche istituito un osservatorio permanente che avrà il compito di stilare il piano di utilizzo entro il 31 gennaio di ogni anno Foto Corrierediragusa.it

Gli incassi della tassa di soggiorno crescono ed il consiglio comunale trova l´accordo per destinare queste risorse alle attività turistiche e ricreative. In aula è "scoppiata" la pace tra il gruppo M5S e l´opposizione visto che alcune proposte arrivate dai banche dell´opposizione sono state accolte e formalizzate in delibera. Il dato di fatto è che la tassa di soggiorno grazie all´appeal della città è passata dagli originari 250 mila euro anno di incassi a 420 mila euro. Il consiglio ha rideterminato la tariffa da versare da parte di quanti soggiornano in strutture alberghiere della città. Negli alberghi a 5 stelle la tassa sarà di 2€ a persona, nei 4 3 stelle di 1,50€ per scendere fino a 0,50 per gli ostelli. Il 25 per cento degli introiti sarà rimborsato alle strutture alberghiere per investimento e miglioramento dei servizi e il 30 per cento sarà invece destinato per incentivare l´arrivo ed il soggiorno di gruppi sportivi e di comitive scolastiche. E´ stato fissato un tetto massimo del 5% alla spesa per spettacoli e manifestazioni minori, fatto importante se si considera che a fronte dei 400 mila euro incassati lo scorso anno circa 300 mila sono stati impiegati in sponsorizzazioni e compartecipazioni.

E´ stato anche istituito un osservatorio permanente che avrà il compito di stilare il piano di utilizzo entro il 31 gennaio di ogni anno e che sarà composto dal sindaco, l´assessore competente, quattro consiglieri comunali (divisi equamente tra maggioranza e opposizione), due rappresentanti di categoria che rappresentino gli operatori economici e gli alberghieri. La presidenza dell´osservatorio, inoltre, sarà appannaggio proprio del rappresentante degli albergatori.