Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1086
RAGUSA - 16/12/2014
Attualità - Una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto, Annunziato Vardè

Lavoratori Consorzio Bonifica in piazza per gli stipendi

Quattro mensilità arretrate e nessuna certezza per il futuro. Criticato anche il ruolo svolto dai parlamentari iblei all’Ars Foto Corrierediragusa.it

I lavoratori del Consorzio di Bonifica di Ragusa sono scesi in piazza (nella foto: il corteo) per rivendicare i loro diritti. Chiedono stipendi arretrati e garanzie per il futuro. La scorsa settimana i lavoratori avevano occupato simbolicamente la sede del consorzio cui è seguito il corto per le vie del centro storico sotto le insegne di Cgil, Cisl e Uil e del Comitato spontaneo lavoratori della Marza. Il corteo si è fermato davanti al palazzo del Governo ed
il prefetto Annunziato Vardè ha ricevuto una delegazione formata da Giovanni Fracanzino della segreteria confederale della Cisl Ragusa Siracusa, Francesco Cirmi della Flai-Cgil, Giovanni D´Avola della Filbi-Uil.

Al prefetto sono state consegnate simbolicamente le chiavi del consorzio ibleo, insieme ad una piattaforma di rivendicazioni. Mensilità arretrate, disparità di trattamento dei lavoratori ragusani rispetto al resto dei dipendenti degli undici consorzi siciliani e la mancata attivazione di politiche di manutenzione del territorio che da anni ridimensionano fortemente l´attività lavorativa dei dipendenti. Dicono i sindacalisti: "Le condizioni dei lavoratori del Consorzio di bonifica numero 8 sono drammatiche a partire dalle disparità di trattamento. Ci risulta che la Regione pare abbia già versato i soldi della seconda semestralità ad altri Consorzi di Bonifica della Sicilia non elargendo nemmeno un euro a quello di Ragusa che deve avere dalla Regione oltre due milioni e mezzo di euro. I dipendenti a tempo indeterminato hanno percepito gli stipendi di luglio ed agosto soltanto perché i vertici del Consorzio numero 8 hanno operato delle anticipazioni bancarie".