Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1110
RAGUSA - 09/12/2014
Attualità - Firmati alla presenza del prefetto Annunziato Vardè e dei sindaci interessati

Per Ragusa, Vittoria e S. Croce via ai Patti per la Sicurezza

Il sindaco di Vittoria ha anche sottoscritto il protocollo di legalità per il mercato ortofrutticolo Foto Corrierediragusa.it

Tre patti per la sicurezza e un protocollo di legalità renderanno il territorio ibleo più sicuro e più impermeabile alle infiltrazioni malavitose. I documenti sono sono stati firmati nel salone del Palazzo del Governo alla presenza del prefetto, Annunziato Vardè (nella foto), dei sindaci di Ragusa, Vittoria e S. Croce Camerina, dei rappresentanti delle forze dell´ordine, del presidente della Camera di Commercio e delle sigle sindacali. Sono nuovi i Patti per la Sicurezza per i comuni di Vittoria e S. Croce mentre per Ragusa si tratta di un rinnovo a due anni dalla firma del primo documento.

Il sindaco di Vittoria ha anche sottoscritto il protocollo di legalità per il mercato ortofrutticolo. I patti sono un concreto strumento di collaborazione tra le avarie articolazioni dello Stato e le comunità locali che potranno meglio operare per contrastare la criminalità urbana, migliorano la vivibilità delle città e favoriscono la coesione sociale. Il primo patto sottoscritto nel territorio ibleo ha riguardato Ragusa ed ha favorito già dal 2011 l´implementazione di sistemi di videosorveglianza collegati alle centrali operative delle tre forze di Polizia.

I nuovi patti per S. Croce e Vittoria contengono innovati forme di collaborazione come il finanziamento di progetti specifici per il controllo del territorio, richieste di intervento di forze di intervento speciali, interventi integrati per monitorare attività commerciali, esercizi pubblici ed abusivismo, tutela delle fasce più deboli ed esposte della società, contrasto a fenomeni di lavoro nero e clandestino. Il coordinamento sarà insediato in Prefettura e lavorerà in sinergia con le amministrazioni locali. Ragusa ha stanziato in bilancio 50 mila euro, S. Croce 10 mila e Vittoria 15 mila per favorire il conseguimento degli obiettivi. A Vittoria, inoltre, il protocollo di legalità per il mercato ortofrutticolo dove convergono circa 15 mila aziende, consentirà di favorire il raccordo tra la Prefettura e la struttura in tea di tracciabilità dei mezzi di trasporto e delle merci, di garantire la regolarità dei contratti grazie anche alla collaborazione con le associazioni di categoria di grossisti e produttori.