Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 810
RAGUSA - 28/11/2014
Attualità - Due decessi a Siracusa. Nota di rassicurazione dell’azienda sanitaria iblea

Vaccinazione antinfluenzale sicura negli iblei

L’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto, a titolo esclusivamente cautelativo, il divieto di utilizzo di tali lotti, come aveva già fatto l’Asp 7 Foto Corrierediragusa.it

Campagna di vaccinazione sicura le territorio ibleo. Lo rende noto la direzione generale dell´Asp 7 di Ragusa la quale precisa che nessuno dei due lotti di vaccino antinfluenzale, la cui somministrazione è stata sospesa, è tra quelli di cui dispone e utilizza l’azienda sanitaria in tutti gli ospedali del territorio ibleo, dove la campagna di vaccinazione può quindi proseguire. In relazione difatti ai casi di decesso segnalati in soggetti vaccinati con il preparato «Fluad» di Novartis (lotti n. 142701 e 14301) per i quali l’Aifa ha disposto, a titolo cautelativo, il divieto di utilizzo, si ribadisce alla popolazione che l’Asp 7 di Ragusa non ha utilizzato dosi di vaccino provenienti dai due lotti in osservazione. L’Azienda è fiduciosa che le doverose indagini in corso, guidate dall’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, permetteranno di garantire sulla sostanziale sicurezza dell’uso del vaccino.

Intanto però sale di continuo il numero di decessi forse a causa del vaccino antinfluenzale somministrato. E´ per questo motivo che i Carabinieri del Nas si sono presentati nei depositi farmaceutici e nelle farmacie di tutta Italia per verificare l´avvenuto ritiro dal mercato del vaccino antinfluenzale Fluad della Novartis Vaccines e Diagnostic. Si tratta di un provvedimento precauzionale in attesa di accertare il nesso eventuale tra l´assunzione del vaccino e la morte avvenuta. Due dei decessi sono stati registrati in Sicilia, per la precisione a Siracusa, e riguardano un uomo di 68 anni e una donna di 87 anni.

Un comunicato dell’Aifa, l’Agenzia Italiana per il Farmaco è eloquente nel precisare che: "A seguito delle segnalazioni di quattro eventi avversi gravi o fatali, verificatisi in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi provenienti dai due lotti del vaccino in attesa di disporre degli elementi necessari, tra i quali l’esito degli accertamenti sui campioni già prelevati, per valutare un eventuale nesso di causalità con la somministrazione delle dosi dei due lotti del vaccino, l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto, a titolo esclusivamente cautelativo, il divieto di utilizzo di tali lotti".

II Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare l´avvenuto ritiro e, in caso di mancato adempimento da parte della ditta interessata, procederà al sequestro dei lotti dei medicinale". In virtù di tale comunicazione, Giovanni D´Agata, presidente dello «Sportello dei Diritti», invita i pazienti a non utilizzare il medicinale in questione riferito ai lotti in questione. La distribuzione dei lotti è avvenuta già dall´inizio del mese in tutto il territorio e le varie Asl hanno dal canto loro provveduto a smistare ai singoli medici di base i vaccini per l´avvio della consueta campagna antinfluenzale mirata soprattutto alle persone anziane.

ESPOSTO CODACONS
Pubblichiamo in maniera integrale il comunicato Cdacons:

Dopo i decessi a seguito della somministrazione del vaccino antinfluenzale Fluad, il Codacons ha deciso di presentare un esposto alle Procure della Repubblica di tutta Sicilia per chiedere il sequestro dei lotti di vaccino sospetti, e diffida il Ministero della Salute a bloccare immediatamente la campagna per la vaccinazione avviata in Italia. Di fronte a ciò che sta accadendo e in base al principio di precauzione - afferma il Codacons - è semplicemente assurdo continuare ad invitare i siciliani a vaccinarsi . Il Ministero deve sospendere subito la campagna antinfluenzale e l’Aifa deve bloccare la pubblicità pro-vaccini avviata in questi giorni su giornali e tv. Sostenere le vaccinazioni di massa equivale non solo a mettere a rischio la popolazione, considerati i possibili effetti negativi dei vaccini, ma anche ad alimentare un business che vale 32 miliardi di euro all’anno nel mondo e che ingrassa oltremodo le casse delle case farmaceutiche. Siamo pronti - conclude il Codacons- a denunciare alla magistratura l’Aifa e le autorità sanitarie italiane se non saranno adottati concreti provvedimenti tesi a tutelare la salute dei cittadini e sospendere campagne che favoriscono le multinazionali dei vaccini. Intanto stiamo preparando un esposto alle Procure per chiedere il sequestro di tutti i lotti sospetti.

L´ASSESSORE ALLA SANITA´ BORSELLINO: "LA CAMPAGNA PROSEGUE"
"Non c´è ragione per cui si debba diffondere il panico - spiega l´assessore alla sanità Lucia Borsellino - perché i vaccini continuano ad essere dei presidi tra i maggiormente studiati e monitorati sia dal punto di vista legislativo che da quello della sorveglianza. Si tratta di prodotti ipercontrollati, infatti, ancor prima che se ne diffonda l´utilizzo, perché si tratta della strategia principale sul fronte della tutela della salute pubblica, inclusa nelle strategie di prevenzione di massa, alle quali non ci si deve sottrarre, specialmente nei casi degli anziani. Deve essere ancora accertata la connessione causa-effetto tra la somministrazione dei prodotti ed i decessi avvenuti, ma molto spesso si tratta di reazioni soggettive . Per questo il nesso di casualità è in queste ore studiato dall´Istituto superiore della Sanità. Oggi - aggiunge l´assessore - ho convocato d´urgenza la Commissione regionale vaccini, un organismo multidisciplinare che analizzerà i dati per dare valutazioni anche a livello regionale. La sospensione è avvenuta a scopo cautelativo e dobbiamo anche capire se è il caso di integrare il fabbisogno. La campagna delle vaccinazioni prosegue, si rischierebbero davvero delle morti se fosse sospesa".