Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1117
RAGUSA - 25/06/2008
Attualità - Ragusa - A partire dal primo luglio

Manno taglia 2 guardie mediche e dimezza l´operatività di 10

Per risparmiare 250 mila euro sul bilancio dello scorso anno Foto Corrierediragusa.it

Fulvio Manno (nella foto) ha trovato la soluzione per le guardie mediche. Il direttore generale ha tagliato due presidi e dimezzato l’operatività degli altri dieci in provincia. Dal primo luglio in provincia di Ragusa si cambia per risparmiare quasi 250 mila euro sul bilancio dello scorso anno; il direttore generale lo aveva annunciato ed ora è passato ai fatti.

Non ci saranno le guardia mediche a Ibla e Sampieri e già si preannunciano proteste di residenti e villeggianti. Orazio Ragusa che ha a Sampieri la sua roccaforte oltre che le sue radici non accetta il taglio e non lo manderà a dire al direttore generale.

La soppressione della guardia medica di Ibla, già paventata qualche mese fa, ha sollevato già la protesta del comitato di quartiere che rimpiange già i voti dati a Lombardo ed al centro destra. Per le altre dieci guardie mediche cambiano invece solo gli orari; i presidi opereranno per dodici ore; di notte villeggianti e residenti faranno ricorso al pronto soccorso degli ospedali.

In alcune frazioni rivierasche , come Marina di Modica, non ci sarà l’autombulanza fuori dalla porta; dovrà essere chiamato il 118 per il trasporto in ospedale con allungamento dei tempi inevitabile. Roberto Ammatuna, già medico di pronto soccorso, ed oggi parlamentare regionale del Pd , ha chiesto una revisione di tutta la materia ma il dato sembra ormai tratto anche perché il primo luglio è dietro la porta e la cassa della sanità piange.