Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 855
RAGUSA - 03/11/2014
Attualità - Diffida dello studio di progettazione perchè sia validata la documentazione tecnica

Si apre uno spiraglio per recupero teatro Concordia

L’amministrazione sembra intenzionata ad andare avanti con un intervento funzionale sull’immobile Foto Corrierediragusa.it

Uno spiraglio per la ristrutturazione del Teatro Concordia (nella foto)? Qualcosa si muove perchè il presidente del Consiglio Giovanni Iacono ha preso posizione perchè il recupero dell´immobile sia avviato. Anche l´amministrazione Piccitto sembra ripensarci dopo avere detto no perchè il progetto costa troppo. La diffida dello studio di progettazione cui è stato assegnato l´incarico di recuperare il teatro ha riaperto la questione per la richiesta di validazione del progetto definitivo redatto. Se sarà approvato si dovrà procedere infatti al pagamento evitando così un probabile contenzioso.

L´amministrazione dunque pensa di chiedere una variante al progetto definitivo per un intervento funzionale che sia compatibile con le risorse che potrebbero essere prelevate dai fondi su Ibla. Il teatro Concordia potrebbe così essere recuperato senza andare avanti con un progetto ritenuto troppo oneroso e si raggiungerebbe l´obiettivo di dare un teatro nel cuore del centro storico della città. Da parte loro i componenti del Comitato Pro Concordia hanno riavviato la sua battaglia per ottenere dall´amministrazione comunale il via libera sul progetto di riqualificazione del Teatro Concordia.

"Come Comitato Pro Concordia - è scritto in una nota - apprendiamo con piacere che Giovanni Iacono, presidente del Consiglio comunale, abbia preso a cuore il caso Teatro Concordia per il quale ci siamo spesi tutti noi del comitato già da dicembre 2013 in un´azione popolare che ha visto giovani e adulti nella raccolta di 1300 firme. La petizione è stata consegnata al Comune già lo scorso febbraio. Il lungo tunnel sembra avere degli spiragli di luce dopo la dichiarazione di Iacono, che speriamo diventi realtà, restituendo alla città l´unico teatro comunale, portatore di storia e memoria del popolo ragusano. Una rappresentanza del comitato è andata a parlare con Iacono, circa un mese fa, proprio per sollecitare la soluzione del problema, e il presidente ci ha detto che avrebbe dato una risposta, che ora è arrivata. Adesso ci auguriamo che l´amministrazione compia concretamente dei passi perché l´opera sia avviata a compimento".