Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1419
RAGUSA - 26/10/2014
Attualità - L’antica scienza indiana della vita spiegata a Dimora Spartivento

Ayurveda, come prendersi cura del corpo e della mente

Principio basilare della scienza indiana è quello che l’intelligenza risiede nel cuore e che il vero benessere psicosomatico è coadiuvato dalla frequentazione di persone sagge, intelligenti, la cui compagnia è per noi piacevole Foto Corrierediragusa.it

Ayurveda e meditazione per star meglio con se stessi. Ayurveda, ovvero "la scienza della vita". è un sistema naturale per la cura e il benessere di corpo e mente, praticato in India da migliaia di anni, ed i suoi principi sono stati spiegati ad un numeroso pubblico nella sala convegni di Dimora Spartivento da Diego Navarro, docente di Medicina naturale che nel corso degli anni ha approfondito la ricerca di visioni mediche più connesse alla totalità della persona. "Ayurveda –ha spiegato Navarro– si basa sulla consapevolezza che corpo, mente e spirito sono elementi interdipendenti. Il benessere complessivo dell’uomo, dunque, nasce dal nutrimento dei tre elementi; se il cibo nutre il corpo, la qualità delle relazioni umane nutre la mente, mentre il bello e l’armonia nutrono lo spirito".

Principio basilare della Scienza indiana è quello che l’intelligenza risiede nel cuore e che il vero benessere psicosomatico è coadiuvato dalla frequentazione di persone sagge, intelligenti, la cui compagnia è per noi piacevole. Per l’Ayurveda, infatti, vivere bene è non amareggiarsi per preoccupazioni inutili o persone negative. Secondo la «Scienza della vita» l’uomo vive circondato dai cinque elementi: aria, acqua, fuoco, terra ed etere, che sono presenti anche nella propria fisiologia. La maggiore presenza dell’uno o dell’altro condiziona le caratteristiche fisiche e psicologiche individuali di ogni soggetto. Il relatore ha esemplificato tale concetto spiegando come un soggetto che abbia nel proprio corpo maggiore prevalenza dell’elemento terra sarà caratterizzato da calma e solidità, mentre la prevalenza dell’elemento del fuoco potenzia la capacità di digerire, non solo i cibi, ma anche le situazioni vissute, le emozioni provate.

Per l’ Ayurveda il cibo, così come i rimedi naturali, devono controbilanciare le condizioni climatiche esterne, soprattutto nei delicati momenti dei passaggi di stagione. A tal proposito Navarro ha elencato una serie di integratori alimentari utili per affrontare i mali della stagione autunnale.
Nella parte conclusiva del proprio intervento, Navarro, ha inoltre argomentato sui tre principi elementari fisiologici chiamati Dosha, che, secondo l’Ayurveda, regolano le diverse funzioni del corpo e della mente. I tre Dosha, Vata, Pitta e Kapha, regolano con il loro ideale equilibrio, secondo la scienza indiana, la salute e il benessere, così come il disagio e la malattia.

All´interno della scienza ayurvedica non è secondaria la meditazione trascendentale, una tecnica di profondo riposo mentale che andrebbe svolta due volte al giorno per venti minuti allo scopo di ravvivare la coscienza, che altro non è che la conoscenza di se stessi.