Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1135
RAGUSA - 16/10/2014
Attualità - Niente più passi carrabili

Approvato regolamento Tosap a Ragusa: più risparmio

Nulla osta con i voti di M5S, Pd e Partecipiamo Foto Corrierediragusa.it

Niente più passi carrabili nel centro storico superiore, risparmi per chi risana immobili e agevolazioni per chi occupa suolo pubblico. L´approvazione del nuovo regolamento Tosap (Tassa occupazione spazi e aree pubbliche) da parte del consiglio comunale con i voti di M5S, Pd e Partecipiamo, comporterà risparmi per quanti risiedono ed operano nel centro storico. Un segnale ben preciso che l´amministrazione Piccitto ha voluto dare grazie ad incentivi e sostegni economici. Perchè di questo si tratta in termini pratici. La nuova Tosap, per esempio, comporta la declassificazione dei passi carrabili e consente a quasi cinque mila famiglie di risparmiare tra i 150 e i 200 euro l´anno perchè la tassa non sarà più dovuta. Anche per i commercianti ed i titolari di bar e locali pubblici arrivano buone notizie dopo anni di battaglie, richieste e polemiche. Nel quadrilatero attorno a piazza S. Giovanni non si pagherà per tre anni la tassa sull´occupazione degli spazi pubblici. Tavolini, dehors e ombrelloni saranno dunque consentiti a costo zero per abbellire e rendere più attraente il centro storico proprio nel momento in cui le presenze turistiche sono in crescita. Anche chi dovrà intervenire su edificio per il recupero sarà incentivato perchè per un anno e mezzo sarà esentato dal pagamento della tassa dovuta al comune.

Evidenti le ricadute su famiglie e operatori commerciali ma sull´approvazione della delibera si è registrata l´ennesima contrapposizione in consiglio. L´opposizione con Angelo Laporta e Giorgio Mirabella ha votato contro per protesta con la stessa maggioranza che non ha accolto alcune modifiche, ritenute migliorative, presentate dai gruppi di opposizione. Dai banchi della maggioranza invece un invito alla collaborazione per un atto importante per la città e l´abbandono di posizione precostituite da parte delle opposizioni.