Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1126
RAGUSA - 08/10/2014
Attualità - La reggenza è finita

Inps: Saverio Giunta nominato direttore provinciale

Avviato un percorso istituzionale innovativo e duraturo Foto Corrierediragusa.it

La reggenza è finita: Saverio Giunta (foto), 51 anni, laurea in Economia e Commercio, ex direttore dell’Inpdap, ha ricevuto il decreto di nomina di direttore provinciale Inps firmato dal direttore generale Mauro Nori. Questo provvedimento definitivo chiude la fase di reggenza provvisoria e apre un percorso istituzionale innovativo e duraturo, in qualche modo già avviato nel rispetto delle disposizioni normative emanate dalla Direzionale generale. «Sono felice- ha dichiarato il neo direttore- di guidare l’Istituto previdenziale della mia provincia. Ci sono molti progetti in cantiere già avviati che attendono soluzioni indifferibili per dare le risposte che l’utenza si attende. Tra le urgenze, la nuova collocazione logistica delle Agenzie Inps di Vittoria e Modica, che per effetto della spending review dovranno lasciare i locali attualmente in affitto. Sono in stretto contatto con i sindaci di Modica e di Vittoria, i quali hanno condiviso la necessità di mantenere i presidi nell’ambito del territorio comunale manifestando la volontà di individuare locali di proprietà del Comune da concedere per i servizi Inps».

Di recente l’Istituto ha avviato il progetto «Nuova Passweb» in sinergia con i Comuni, Asp, Iacp (enti ex gestione Inpdap) al fine di sistemare la posizione contributiva dei dipendenti pubblici prima che maturino i requisiti pensionistici. «Stiamo facendo con la gestione pubblica- anticipa il direttore- quello che nel privato è stato fatto tanti anni fa, ovvero sistemare le posizioni contributive dei dipendenti pubblici prima che essi maturino i requisiti per il pensionamento. Ma vorrei precisare un altro aspetto fondamentale, che è quello di trasferire gli adempimenti della gestione pubblica, finora avocate dalla sede provinciale, nelle agenzie territoriali di competenza. In questo modo i dipendenti pubblici dei due versanti vittoriesi e modicani avranno i loro punti di riferimento sul territorio ed eviteranno di recarsi in sede provinciale».