Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1294
RAGUSA - 27/09/2014
Attualità - Riunione a Noto alla presenza del produttore Palomar

Sindaci dei 2 distretti turistici "aiutano" Montalbano

Sono quelli di Noto, Ragusa, Modica, Scicli, S. Croce e Porto Empedocle Foto Corrierediragusa.it

I sindaci di due distretti turistici in soccorso di Montalbano. Sono quelli di Noto, Ragusa, Modica, Scicli, S. Croce e Porto Empedocle che si sono riuniti a Noto alla presenza del produttore della fiction Carlo Degli Esposti e del direttore esecutivo Gianfranco Barba. I presidenti dei due distretti turistici, Corrado Bonfanti, sindaco di Noto e Lillo Firetto di Porto Empedocle hanno avuto mandato dai loro colleghi di mettere a punto un progetto che leghi indissolubilmente la fiction al sud est siciliano. Ogni città dovrà contribuire con proprie risorse in termini di servizi e opportunità. "Stiamo lavorando - ha detto Carlo Degli Esposti - per fa nascere non un meccanismo di sostegno economico per la produzione di Montalbano, ma un circuito virtuoso che possa essere un moltiplicatore di interessi e benefici per tutto il territorio del Sud-est. Finora la ricaduta economica sul territorio del grande successo della fiction tv è stata molto limitata, è arrivato il momento di avere un maggiore ritorno». Nessun campanilismo tra i comuni interessati ma solo sinergie e prende più consistenza l´idea di istituire un museo dedicato a Montalbano in ogni comune

Dice il sindaco Bonfanti: "Non c´è alcuna intenzione di sottrarre il set alle altre città del distretto. Montalbano è del sud-est della Sicilia, e non può andare via. Lavoreremo come distretti, per realizzare un progetto che permetta alla produzione di sentirsi a casa, da tanti punti di vista. Non necessariamente da quello logistico, ma anche da un punto di vista economico, creando un qualcosa che possa generare ricavi per tutti i coinvolti".