Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 750
RAGUSA - 20/09/2014
Attualità - Il produttore ottiene ciò che voleva, ovvero i soldi, e abbandona l’idea di girare in Puglia

Addirittura pure un ddl per Montalbano!

Crocetta, come fa spesso di questi tempi, eccede in decisioni che andavano ponderate meglio Foto Corrierediragusa.it

Alla fine tutti contenti. O quasi. La vicenda Montalbano è stata in fondo solo una tempesta in un bicchiere d´acqua di cui già si intuiva l´epilogo. Carlo Degli Esposti, produttore della fiction del commissario nato dalla penna di Camilleri si vedrà quindi "riconosciuto" il suo ruolo nella promozione della Sicilia, e del territorio ibleo in particolare, con un sostanzioso contributo economico, ancora da quantificare, ed abbandonerà tutto d´un tratto l´idea di trasferirsi nel Salento perchè, come ha detto a più riprese, "la Regione Puglia mi fa ponti d´oro". Rosario Crocetta è uscito dal pantano in cui si è ritrovato e ha individuato nell´iscrizione nel registro dei beni immateriali della Regione la fiction del commissario, mettendola alla pari del tempio della Concordia ad Agrigento, del teatro greco di Siracusa, della Cappella Palatina e del barocco ibleo. Insomma, addirittura un ddl per la serie. Una esagerazione in puro stile grottesco tutto siciliano. Dal bianco al nero, senza sfumature di grigio, senza mezze misure.

Contenti naturalmente i sindaci e i vari amministratori iblei che si sono affannati in comunicati a tratti stucchevoli e che, ancora una volta, grazie a Montalbano, hanno avuto il loro quarto d´ora in più di visibilità, che di questi tempi non guasta mai. Niente paura, dunque, Montalbano resta nella sua casa di Punta Secca, si muoverà tra Ibla e Scicli, farà una puntata alla "mannara" di Sampieri, gustando pesce fresco ed arancini tra una indagine e un´altra. Niente più trulli o orecchiette alle cime di rapa. Il caso è risolto. Bravo Montalbano!