Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 965
RAGUSA - 18/09/2014
Attualità - La problematica dei continui disagi dovuti agli sbalzi di tensione oggetto di un vertice

Ridotta erogazione idrica per black-out

"Per questi motivi - spiega l’assessore Corallo - invitiamo la cittadinanza a moderare i consumi d’acqua" Foto Corrierediragusa.it

L´impianto idrico San Leonardo funzionerà a regime ridotto, l´assessore Salvatore Corallo (foto) invita la cittadinanza a ridurre i consumi di acqua. Tutto questo si rende necessario a causa dei problemi legati ai persistenti e numerosi distacchi dell´energia elettrica con conseguenti sbalzi di tensione che continuano ad interessare diverse zone della provincia. La problematica è stata oggetto di un vertice a Ragusa tra i tecnici dell´Enel ed i tecnici del servizio idrico comunale alla presenza dell’Assessore ai lavori pubblici Corallo. Al termine del confronto, come accennato, è emersa la necessità di ridurre il carico di energia necessario al funzionamento ottimale dell´impianto di sollevamento idrico San Leonardo, fino alla piena ripresa del servizio, a causa dei lavori di manutenzione straordinaria alle cabine di trasformazione già avviati dall´Enel. Una decisione obbligata anche dalla necessità di scongiurare il rischio di improvvisi black-out in alcune zone della città. A causa della riduzione della potenza di energia elettrica necessaria al funzionamento dell´impianto, non potrà essere garantita, nei prossimi giorni, la normale fornitura d´acqua nelle zone della città servite dai serbatoi "San Luigi" e "Bruscè".

"Per questi motivi - spiega l´assessore Corallo - invitiamo la cittadinanza a moderare i consumi d´acqua fino a quando le pompe dell’impianto di sollevamento potranno essere messe nelle condizioni di ritornare a funzionare a pieno regime. L’Amministrazione Comunale per fronteggiare l’emergenza idrica, ha comunque già provveduto ad incrementare il numero di autobotti a servizio dei cittadini, per ridurre al minimo gli eventuali disagi».