Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 1144
RAGUSA - 18/09/2014
Attualità - Da Palermo per ora solo progetti di ammodernamento

Lo stato desolante delle ferrovie e si parla di Intercity!

Denuncia del Cub sugli annunci del presidente Rosario Crocetta per gli stanziamenti per la Licata Comiso Foto Corrierediragusa.it

Per il Cub si tratta solo di belle parole, la realtà, invece, è desolante. Il comitato di base del settore Trasporti è intervenuto sui progetti annunciati dal presidente della regione riguardante l´ammodernamento della tratta Licata Comiso con tempi di percorrenza di 48´ e l´istituzione di un Intercity tra le due città.

La realtà, dice Pippo Guerrieri, è che oggi la tratta è chiusa e non ci sono in programma interventi di ammodernamento. Lo stato del sistema ferroviario nel sud est resta sempre precario perchè la Gela Modica è depotenziata visto che vi circolano attualmente solo tre coppie di treni, mentre una coppia è sostituita con autobus per via dei continui furti di carburante nei convogli parcheggiati durante la notte a Gela. Dice il Cub Trasporti: "Si continua a vendere fumo, mentre quotidianamente ciò che rimane del trasporto ferroviario sulla linea Siracusa-Ragusa-Gela-Caltanissetta, muore. Tutti i problemi sollevati negli ultimi anni sono stati disattesi, sia per una attitudine alla sordità da parte di RFI e Trenitalia, sia per un’abitudine da parte dell’Assessorato regionale alle infrastrutture, a prendere sottobanco la richieste di questa parte del territorio, sia per una assolutamente inadeguata azione della classe politica e amministrativa locale.

Il trasporto studenti continua a essere svolto esclusivamente su autobus, sistema più caro e più critico dal punto di vista organizzativo. I convogli dei pendolari sono stati depennati e mai più ripristinati, anche di fronte allo stato di emergenza dei trasporti su gomma in seguito alla chiusura del ponte Guerrieri. La metropolitana di superficie di Ragusa è diventata la «cosa» che tutti vogliono ma su cui nessuno intende effettivamente battersi. I collegamenti con la stazione di Donnafugata rimangono inservibili".