Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 952
RAGUSA - 15/09/2014
Attualità - Fino a quando i malati se li potranno permettere?

Vaccini vitali non più rimborsati dalla Regione

Succede sotto silenzio dallo scorso giugno Foto Corrierediragusa.it

Dallo scorso giugno migliaia di persone bisognose di costosi vaccini per patologie gravi in Sicilia, di cui centinaia nel territorio ibleo, sono privi del rimborso regionale che garantiva anche ai meno abbienti la possibilità di curarsi. Parecchi di loro rischiano pure la vita, non essendo in grado di comprare il vaccino, dopo che la Regione non li classifica più nel livello essenziale di assistenza, con un provvedimento passato sotto silenzio e che comporta seri pericoli anche di shock anafilattico per chi non assume i vaccini, che rappresentano medicinali vitali. Per fortuna non si è registrata ancora nessuna vittima perchè, come ci racconta uno degli utenti colpiti da questo provvedimento, «C’è chi può spendere dai 250 fino ai 750 euro a trimestre per compare i vaccini per tenersi in vita, come me, anche a costo di grossi sacrifici, ma ne va della nostra stessa vita». Fino a prima dell’estate la Regione rimborsava tramite assegno circolare le somme anticipate dagli utenti per il ritiro dei vaccini, che, adesso sono tutti a carico loro.

Ma fino a quando i malati se li potranno permettere, a fronte della crisi che non concede tregua? Da qui l’appello agli organi competenti affinché si trovi una soluzione ad un problema finora sottovalutato ma che potrebbe comportare gravi conseguenze.