Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 291
RAGUSA - 05/06/2008
Attualità - Ragusa - Iniziativa dei 3 sindacati dei dottori commercialisti
ed esperti contabili

Ragusa: Convegno su processo tributario

Gli interventi dei relatori sono stati concentrati su particolari aspetti del contenzioso Foto Corrierediragusa.it

Un convegno sul tema «Processo tributario tra esigenze di giustizia ed itinerari evolutivi di giurisprudenza» si è tenuto la scorsa settimana a Ragusa. Relatori sono stati: Castrenze Giamportone, direttore per la Sicilia dell’Agenzia delle Entrate; Francesco Caruso, direttore della sede di Ragusa dell’Agenzia delle Entrate; Salvo Muscarà, professore ordinario di diritto tributario presso la facoltà di economia e commercio dell’Università di Catania; Massimo Conigliaro, docente della Scuola Superiore di Economia e Finanze.

L’evento è stato organizzato dai tre sindacati dei dottori commercialisti ed esperti contabili (Andoc ? Accademia dei Dottori Commercialisti, Associazione Ragionieri Commercialisti e Unione Giovani Dottori Commercialisti) con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ragusa e Modica e dell’Ordine degli Avvocati di Ragusa. I lavori sono stati moderati da Giuseppe Foti, presidente dell’Associazione Giudici Tributari e presidente di sezione della Commissione Tributaria Provinciale di Catania.

Gli interventi dei relatori sono stati concentrati su particolari aspetti del contenzioso che vede spesso contrapposti l’amministrazione fiscale ed i contribuenti, con un approfondimento riguardo i vizi degli atti ai fini della validità degli accertamenti, i dinieghi delle autotutele, e le difese dei contribuenti in presenza di fermi amministrativi degli autoveicoli e di iscrizioni ipotecarie, strumenti ormai largamente azionati dall’esattoria, spesso impropriamente, per il recupero di tributi, anche in presenza di cause pendenti in commissione tributaria.