Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 793
RAGUSA - 16/08/2014
Attualità - Alti e bassi di un 15 di agosto all’insegna del divertimento, a tratti sopra le righe

Ferragosto maleducato a Sampieri!

La giornata ferragostana si è chiusa idealmente a Marina di Ragusa dove uno spettacolo di fuochi di artificio colorato e raffinato ha chiuso la festa di S.Maria di Portosalvo Foto Corrierediragusa.it

Boom di presenze nelle città iblee per Ferragosto. Centri storici e città hanno pullulato di gente fino a notte fonda, locali e ritrovi hanno lavorato a pieno ritmo e le strade da e verso il mare sono state un serpentone di macchine,come ben sanno quanti hanno scelto di trascorre la giornata festiva Marina. Il ferragosto ha portato con sè anche l´ineluttabile invasione delle spiagge libere nonostante ordinanze e divieti da parte dei sindaci. La prevenzione, come avvenuto peraltro negli anni passati non ha funzionato ed è stato provato che emanare un´ordinanza serve a poco se poi non si mettono in atto misure consequenziali. Ancora una volta Sampieri è stato il clou dell´invasione di campeggiatori,di gruppi di giovani attendati che hanno invaso la spiaggia lasciando sporcizia, immondizia e tanto altro a quanti nella mattina del ferragosto hanno cercato un posto dove sistemarsi. L´invasione è cominciata nel pomeriggio ed ha avuto il suo culmine nella tarda serata. falò, musica, balli e canti hanno animato, si fa per dire, la notte del ferragosto con danni all´ambiente, all´immagine, allo stato igienico sanitario ed al decorso di un´intera frazione. Si sono verificati anche atti di vandalismo spicciolo con vetri di macchine infranti, specchietti retrovisori divelti. Il popolo della notte non ci ha pensato due volte a fare delle viuzze del centro storico un orinatoio con tutte le conseguenze del caso.

Trend positivo anche a Pozzallo, dove il fenomeno è stato più contenuto mentre i controlli hanno funzionato a Marina anche perchè gli spazi sull´arenile sono più ristretti e sicuramente più controllabili. Il centro storico di Ibla ha fatto il pieno con turisti maa anche locali che hanno preferito allontanarsi dal mare.

Alcuni esercenti hanno lamentato la chiusura dei Giardini iblei a mezzanotte proprio quando si registrava il massimo afflusso di presenze, con i turisti,a quanto affermato dagli interessati, invitati a uscire senza tanti complimenti dal sito. La vita della città barocca è stata animata in modo intenso fino alle prime luci dell´alba. Molti hanno deciso di continuare le vacanze anche per il resto del fine settimana per cui si prevedono presenze numerose in tutto il territorio.

Punta Secca, Scicli, Modica sono le mete più gettonate del turismo insieme a Ibla ma la regina dell´estate, non solo iblea, è stata Marina di Ragusa grazie al porto turistico, ai tanti ritrovi e locali, alle strutture ricettive ed alla vivibilità. La giornata ferragostana si è chiusa idealmente proprio a Marina dove uno spettacolo di fuochi di artificio colorato e raffinato ha chiuso la festa di S.Maria di Portosalvo con villeggianti e turisti a godere dal lungomare le evoluzioni pensate dai maestri fuochisti.