Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 810
RAGUSA - 11/08/2014
Attualità - Appello all’assessore regionale all’Istruzione Nelli Scilabra

Scuola e "rivoluzione crocettiana"

A causa della soppressione delle province (certa) e alla costituzione dei liberi consorzi Foto Corrierediragusa.it

Nuovo disagio all’orizzonte in vista del prossimo anno scolastico. A settembre le scuole soffriranno come tutti quei settori che in Sicilia hanno subito la «rivoluzione crocettiana». A causa della soppressione delle province (certa) e alla costituzione dei liberi consorzi, ancora sulla carta, come faranno studenti, docenti e collaboratori delle scuole secondarie di secondo grado ad avere assicurati i servizi di prima? Il problema serio, che esploderà al rientro dalle vacanze, se l’è posto l’assessore all’Istruzione del Comune di Vittoria Piero Gurrieri. «Si tratta - ha spiegato Gurrieri - degli oltre cinquecento istituti superiori affidati alla competenza delle amministrazioni provinciali ed ora transitati, con la soppressione di questi enti, ai consorzi di Comuni dei quali, però, non è ancora stato portato a termine il procedimento di costituzione e che non sono stati dotati delle risorse necessarie. Si è così determinata una situazione di impasse giuridica e finanziaria che, come segnalato anche da Leoluca Orlando e Paolo Amenta, presidente e vicepresidente di Anci Sicilia, rischia di determinare disagi enormi e l´interruzione o la sospensione di servizi essenziali alla comunità scolastica, quali l´assistenza agli studenti disabili, il termocondizionamento delle scuole e la manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali, con ricadute anche sui livelli occupazionali".

L´assessore ha quindi annunciato i propri intendimenti: "Incontrandola per la sottoscrizione di un protocollo, ho espresso queste preoccupazioni all´assessore regionale all´Istruzione, Nelli Scilabra (foto), invitandola a farsene subito carico perché i tempi sono limitati e settembre è alle porte. In ogni caso, pur non spettando alle amministrazioni comunali farsi carico della problematica, l´importanza della questione mi impone di non fermarmi per il periodo di Ferragosto. Fin dalla prossima settimana chiederò quindi ulteriori rassicurazioni agli enti competenti e, assieme ai colleghi amministratori dei Comuni iblei, cercherò di porre in essere le azioni necessarie a garantire una serena apertura dell´anno scolastico in tutti gli istituti superiori del nostro territorio".