Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 669
RAGUSA - 05/08/2014
Attualità - Resta aperto il caso Randello

Ancora senza piano spiagge il comune di Ragusa

Sul litorale più selvaggio della costa ragusana è stato smantellato lo chalet che un noto resort aveva cominciato a costruire Foto Corrierediragusa.it

Il comune non ha un piano spiagge e la questione Randello resta ancora aperta. Sul litorale più selvaggio della costa ragusana è stato smantellato lo chalet che un noto resort aveva cominciato a costruire ma oggi sono rimaste solo sedie e sdraio dopo le vibrate proteste dei villeggianti, un esposto di Legambiente alla Procura e varie prese di posizione di movimenti e consiglieri comunali. Tutto nasce dalla mancata approvazione da parte della Regione del Piano spiagge che è stato formulato nel 2009 e poi abbandonato a se stesso. Nel piano originario a Randello sono stati previste due strutture di accoglienza e di servizio a favore dei bagnanti ma tutto è fermo sulla carta perchè il Piano non è mai arrivato in Consiglio comunale e non è mai stato sottoposto alla Regione che in definitiva dovrà dare il parere definitivo perchè diventi esecutivo. Anche quest´anno il mancato dialogo tra Regione e comune ha dato il via all´ennesima contrapposizione. La Regione ha infatti autorizzato la richiesta presentata dal resort per l´installazione dello chalet e lo ha solo vincolato alla costruzione dei bagni al servizio della struttura. La costruzione dei servizi avrebbe avuto bisogno della licenza edilizia che è di pertinenza del comune e che l´ente ha negato bloccando di fatto l´avvio dei lavori che il resort ha comunque iniziato forte dell´autorizzazione regionale.

Poi le denunce dei villeggianti, gli appelli al sindaco, lo stop ai lavori e pochi giorni fa lo smantellamento delle opere già costruite per la soddisfazione di quanti vogliono preservare l´autenticità ed il selvaggio di Randello. Partita ancora aperta e tutto rimandato al prossimo anno.