Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1423
RAGUSA - 05/08/2014
Attualità - Annullata la decisione presa appena una settimana fa dallo stesso organo

Movida a Marina, Tar ripristina orari

Il magistrato aveva deciso di accogliere la sospensiva del provvedimento presentato da 5 operatori commerciali ma non aveva ancora sentito le ragioni del Comune Foto Corrierediragusa.it

Tutto come prima: l´ordinanza "antirumore" del sindaco è legittima. Il Tar ha accolto le motivazioni addotte dal legale del comune ed ha annullato la sospensiva del precedente provvedimento presentato dai titolari di cinque locali pubblici. Questo aveva sospeso l´ordinanza sindacale e ripristinato gli orari della "movida" a discrezione dei titolari degli esercizi pubblici a Marina annullando quindi quanto previsto dall´ordinanza sindacale che fissava gli orari all´1 di notte per i giorni feriali e le 2 per i prefestivi e festivi.

I ricorrenti hanno cantato subito vittoria, anche se in questi giorni hanno cercato in qualche modo rispettato la quiete e le esigenze di riposo da parte dei residenti. Le controdeduzioni al provvedimento del giudice del Tar sono state subito presentate dal legale del comune, Sergio Boncoraglio, che lo stesso giudice ha accolto. Il magistrato in prima istanza, infatti, aveva deciso senza tenere in considerazione la controparte le cui ragioni sono apparse subito evidenti al magistrato che scrive: "L´ordinanza impugnata, avente carattere cronologicamente limitato, rappresenta l´unico strumento adottabile dall´amministrazione per garantire gli interessi con essa tutelati.
Il danno temuto dai ricorrenti (i titolari degli locali, ndr), si appalesa ipotetico e non dimostrato, anche avendo avuto riguardo al fatto che l´ordinanza non incide sull´orario di apertura degli esercizi ma soltanto sugli orari di utilizzo degli impianti di diffusione sonora".

Queste le motivazioni addotte a supporto della chiara ed inequivocabile decisione del giudice che conclude: "Attesa la sussistenza del danno, grave, certo ed irreparabile degli interessi tutelati dal Comune, va accolta la domanda di revoca proposta dal Comune di Ragusa".


LA CRISI
05/08/2014 | 13.20.43
Gianni

Lo scorso fine settimana è stato libero da vincoli, i gestori dei locali hanno comunque rispettato il più possibile la quiete emettendo musica a volumi minimi, ma Marina si è svuotata comunque. Questo testimonia il fatto che la movida è fermata dalla crisi e non dal silenzio.
Inutile cercare di nascondersi dietro un dito!