Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 870
RAGUSA - 05/07/2014
Attualità - L’opposizione esce dall’aula al momento della votazione

Piano opere pubbliche passa a Ragusa

Dopo ben dieci ore di seduta ancora una volta la frattura è netta Foto Corrierediragusa.it

Il piano delle opere pubbliche raccoglie i 17 voti del M5S mentre gli alleati del sindaco Piccitto Partecipiamo e Movimento Città si defilano. L´opposizione esce dall´aula al momento della votazione dopo ben dieci ore di seduta ed ancora una volta la frattura è netta. Dialogo e confronto non sono di casa nell´aula consiliare e l´opposizione lamenta la scarsa, anzi nulla considerazione con la quale sono stati recepiti alcuni emendamenti. Per il M5S il piano vuole costruire una città più verde, più pulita e soprattutto più vivibile. Tranciante il giudizio,invece, di una voce critica del consiglio come quella di Carmelo Ialacqua, pur vicino, almeno sulla carta, al M5S: "In questo atto manca un’idea di città, una visione strategica pluriennale del riassetto urbano e dell’investimento in opere pubbliche di ampio respiro. Il Programma si presenta come un mero elenco di ben 333 opere, stratificato nel tempo sulla base di politiche amministrative differenti. Opere non legate da alcuna logica e ordinate solo sulla base di priorità imposte da emergenze. Crediamo che si sia persa ancora una volta un’occasione importante per sviluppare politiche urbane partecipate e condivise in città, per dotare l’azione amministrativa di una visione strategica e di prospettiva».

Bocciatura totale dunque come peraltro è emersa nelle parole di Sonia Migliore e Maurizio Tumino e dai banchi del Pd. Tra le 17 nuove opere pubbliche figurano la riqualificazione energetica degli impiaanti comunali di pubblica illuminazione, la realizzazione di un tempio crematorio nel cimitero di Ragusa Ibla, la riqualificazione ed arredo urbano di Piazza del Popolo, la realizzazione di impianti tecnologici nel 3° e 4° piano interrato del parcheggio di Piazza del Popolo, la riqualificazione del lungomare Andrea Doria (da Piazza Malta al depuratore), l’ampliamento del parcheggio di via Peschiera, la riqualificazione del campo di calcio di Marina di Ragusa. Due gli emendamenti accolti, firmati dal Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono, che riguardano lo spostamento nell’elenco annuale 2014 (dalla posizione n. 49 alla n. 5) del progetto del Parco Urbano delle vallate S. Domenica e Cava Gonfalone (foto) e l’eliminazione, sempre dall’elenco annuale 2014, dell’ampliamento della discarica sub-comprensoriale per rifiuti solidi urbani sita in contrada Cava dei Modicani.

Ci sono ancora la copertura del ponte di via Roma e l’arredo urbano, per un importo di 850 mila euro, i lavori di ampliamento della rete fognaria di contrada Bruscè, per un importo di 300 mila euro e i lavori di manutenzione straordinaria per la ripavimentazione di vie e piazze, per un importo di 600 mila euro; in questi ultimi due casi è prevista la contrazione di mutui con la Cassa depositi e prestiti.