Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1273
RAGUSA - 04/07/2014
Attualità - Il Centro commerciale naturale Antica Ibla ha fatto il punto della situazione

A Ibla tanti turisti ma servizi e decoro non abitano qui

Il presidente Santi Tiralosi ha posto l’accento sulla sempre difficile accessibilità di Ibla e la scarsità delle navette che ogni 45 minuti danno un servizio inadeguato al flusso di turisti Foto Corrierediragusa.it

I turisti arrivano e sono estasiati dal barocco e dal fascino di Ibla ma tanto resta da fare. Carenze, debolezze ed insufficienze del sistema di accoglienza peri turisti sono stati messi a nudo nel corso di una conferenza stampa anomala che il Centro commerciale naturale "Antica Ibla" ha tenuto per le strade del quartiere. Il centro commerciale naturale è composto al momento da sessanta operatori commerciali che si danno da fare per promuovere e migliorare servizi ed accoglienza ma poco o nulla possono fare per tamponare le falle del sistema pubblico.

La prima tappa il consiglio direttivo di Antica Ibla, presieduto da Santi Tiralosi l’ha fatta in piazza della Repubblica. Qui è stato messo in luce come l’infopoint per i turisti resti ancora chiuso, nonostante luglio sia già iniziato. Inoltre, la disponibilità dei bagni pubblici è limitata, con il personale garantito dal Comune, solo fino alle 19. Quindi, in un sito ad alta concentrazione di monumenti Unesco, manca completamente la segnaletica turistica lasciando i visitatori del tutto spaesati. Il gruppo si è poi spostato in piazza Odierna, proprio dinanzi ai Giardini Iblei. L’aspetto più evidente è la mancanza di qualsiasi decoro urbano a vantaggio della piazza stessa.

«Va completata – hanno spiegato i componenti del direttivo – Non è possibile che continui a rimanere così com’è». E´ stata anche evidenziata la mancanza di ogni tipo di cartellonistica indicante gli orari degli autobus, oltre all’assenza di una pensilina per i passeggeri in attesa delle corse. Anche in questa piazza, inoltre, la mancanza di attenzione, soprattutto per quanto riguarda la scerbatura, la fa da padrone. Così come nelle scalinate che conducono alla parte bassa di corso 25 Aprile dove la presenza di sterpaglie che crescono ai bordi dei vicoli è all’ordine del giorno. Poi il gruppo si è spostato in piazza Pola dove le erbacce crescono addirittura sin dentro la cabina telefonica. Una situazione che cozza con l’immagine che Ibla dovrebbe cercare di dare ai turisti. «Basti pensare – aggiunge un componente del consiglio direttivo di «Antica Ibla» – che anche le scalinate della delegazione del Comune, ospitate in un palazzo nobiliare accanto ad un bene Unesco, sono piene di sterpaglie». La conferenza stampa è poi proseguita sino a transitare nella parte alta di corso 25 Aprile, anche in questo caso notate tutta una serie di anomalie, sino ad arrivare in piazza Duomo.

«Il problema bagni pubblici, quelli situati in via Pietro Novelli – aggiunge Tiralosi – è una questione da risolvere subito. Volete sapere come funziona adesso? L’addetto va via alle 19 e per il resto della serata ci penso io. Mi lasciano le chiavi e chiudo intorno a mezzanotte quando non c’è più nessuno, o quasi, che ha bisogno del servizio. Di attenzioni, invece, avrebbe bisogno la stessa via Pietro Novelli, anche in questo caso alle prese con la mancanza di scerbatura». In piazza Duomo, per chiudere, affissioni in quantità che, sebbene in regola, vanno ad interessare alcuni scorci suggestivi del quartiere barocco (nella foto). Il presidente Tiralosi ha poi posto l´accento sulla sempre difficile accessibilità di Ibla e la scarsità delle navette che ogni 45 minuti danno un servizio inadeguato al flusso di turisti. Mancano i parcheggi e le indicazioni relative a quelli già esistenti. Tanto lavoro da fare dunque ma l´estate è già iniziata e non si dovrebbe perdere tempo.