Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1215
RAGUSA - 15/06/2014
Attualità - Per affrontare al meglio il periodo estivo

Più acqua e meno disagi a Ragusa

L’amministrazione spenderà 150mila euro per tamponare alcune macroperdite esistenti nella rete idrica cittadina Foto Corrierediragusa.it

Più acqua, una rete idrica più efficiente e meno perdite nelle condutture. Sono questi gli obiettivi degli interventi predisposti dall´amministrazione comunale per affrontare il periodo estivo quando la richiesta di acqua soprattutto nei quartieri più periferici si fa più alta. L´amministrazione spenderà, dunque, 150mila euro, per tamponare alcune macroperdite esistenti nella rete idrica cittadina, attraverso una serie d´interventi che interesseranno undici zone della città. In quattro casi, ossia nelle zone di via Virgilio, via Terranova (nel tratto tra via Solunto e via Margani Nicosia), Corso Vittorio Veneto (nel tratto tra via La Malfa e via Gagliardi) e Corso Mazzini, l’intervento riguarda la sostituzione delle reti idriche. Negli altri sette casi, ovvero nelle zone di Corso Italia (10 interventi complessivamente previsti), via Turati (3 interventi), via G.B. Odierna, via S. Anna e via Garibaldi (5 interventi in ognuna delle zone), via Rapisardi e Corso Vittorio Veneto (2 interventi in ognuna delle zone), si interverrà con opere di riparazione della rete esistente. Il crono programma prevede due mesi di lavoro e contribuirà a eliminare perdite e fare arrivare più acqua nelle case dei cittadini. Altro intervento previsto è l´installazione di due nuove pompe all’interno dell’impianto di sollevamento «San Leonardo» che attualmente serve una vasta zona della città, compresa tra contrada Bruscè, Cisternazzi, Selvaggio e la zona di San Luigi.

«L’intervento si è reso necessario – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Corallo – alla luce del notevole incremento delle utenze servite dall’impianto in questione, registrato negli ultimi anni. Con le nuove due pompe siamo in grado di aumentare di 30 litri al secondo (dagli attuali 180 a circa 210) l’approvvigionamento idrico nell’area interessata, limitando così, in maniera decisa, i problemi collegati ad una eventuale carenza idrica per gli utenti della zona, specie in vista della stagione estiva».