Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1061
RAGUSA - 06/06/2014
Attualità - Il sindaco pubblicherà a giorni l’ordinanza concordata in Prefettura

A Marina di Ragusa nasce il comitato "Pro Movida"

"Condividiamo il rispetto delle previste norme esistenti sull’attività commerciale ed in particolare contro il disturbo acustico se le stesse, però, sono regolamentate dal sindaco secondo quanto stabilito dalla legge" Foto Corrierediragusa.it

In attesa della pubblicazione dell´ordinanza "anti rumore" da parte del sindaco a Marina si è costituito il "Comitato Pro Movida". Ne fanno parte i titolari delle attività ubicate in via Tindari che intendono "tutelare il diritto di svolgimento delle attività musicali e commerciali nelle ore serali".

Antonello Firullo è stato designato come rappresentante che dice: "Chiariamo che condividiamo il rispetto delle previste norme esistenti sull´attività commerciale ed in particolare contro il disturbo acustico se le stesse, però, sono regolamentate dal sindaco secondo quanto stabilito dalla legge. Pertanto si comunica che l´ordinanza "antirumore", dovrà certamente escludere l´esercente in regola con la legge 215/95 e 447/95, ovvero l´esercente che dimostrerà di avere adottato tutti gli accorgimenti previsti dalla legge al fine di non recare alcun disturbo alla quiete pubblica, provvedendo alla taratura del proprio impianto acustico in uso non avendo, così alcun obbligo di fermare la diffusione musicale durante l´attività commerciale".

In caso contrario, il comitato e i suoi iscritti si riservano ogni azione legale presso il competente Tribunale amministrativo di Catania per chiedere un´immediata sospensiva dell´ordinanza "antirumore" 2014 del Comune di Ragusa". Il comitato ricorda che "vigilerà ad ogni passaggio istituzionale di tutti gli enti preposti che riguardi ogni attività posta in essere a Marina di Ragusa. A tal proposito il comitato si è già adoperato per chiedere un incontro urgente con il questore al fine di ottenere un confronto e chiedere un controllo maggiore delle forze dell´ordine in una area, quella di Marina di Ragusa, di alta affluenza turistica che, specie nelle ore serali, è frequentata da numerosi giovani".