Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 767
RAGUSA - 04/05/2014
Attualità - Passo avanti per l’infrastruttura

Raddoppio autostrada Rg-Ct: affidamento realizzazione

Il via libera alla realizzazione arriva a dieci anni dal progetto preliminare e a due anni dall’assegnazione alle imprese che la realizzeranno Foto Corrierediragusa.it

Passo avanti per il raddoppio della Ragusa-Catania. E´ significativo, ma non decisivo, come si sono apprestati a chiarire il sindaco di Ragusa Federico Piccitto, il presidente del comitato Ragusa-Catania, Sebastiano Guerrieri (foto) ed i rappresentanti di Cgil, Cisl ed Uil presenti alla conferenza stampa tenutasi a palazzo dell´Aquila. L´aggiudicazione da parte del ministero delle Infrastrutture dell´affidamento in concessione della progettazione, della realizzazione e della successiva gestione del raddoppio delle statali 194 e 514 che collegherà in modo veloce Ragusa e Catania è tuttavia un momento fondamentale perchè conferma la volontà di portare a compimento l´opera sulla quale si erano addensate nubi consistenti. Il via libera alla realizzazione arriva infatti a dieci anni dal progetto preliminare e a due anni dall´assegnazione alle imprese che la realizzeranno.

Si tratta della Silce, Mex, Egis Projects e Tecnis che potranno cominciare a lavorare alla stesura del progetto esecutivo. La firma della vera e propria convenzione avverrà invece tra un mese e comunque prima del 30 giugno quando scadono i tempi dei finanziamenti comunitari. La superstrada costerà 898 milioni, garantiti per 366 dal pubblico e per il resto dalle imprese private che avranno in concessione l´arteria per 35 anni e potranno imporre il pedaggio.

I finanziamenti pubblici sono così ripartiti: 49 milioni dall´Anas, 100 dalle legge obiettivo, 217 con fondi Fas. Si prevedono cinque anni di lavori per i 64 km del´opera, divisi in sei lotti funzionali e l´impiego di 800 operai. Se i tempi saranno rispettati l´apertura dei cantieri è prevista entro il 2014 ed il completamento entro il 2019. Rispetto al progetto originario sono state apportate alcune modifiche per rendere l´opera meno onerosa e più "appetibile" per i privati.