Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 788
RAGUSA - 29/04/2014
Attualità - Quando la politica non va d’accordo con la burocrazia

Scontro aperto su servizio Seus 118

Il presidente della Commissione Sanità all’Ars: «Mentre lavoriamo per salvare il servizio, qualche dirigente va nella direzione opposta» Foto Corrierediragusa.it

Sul servizio Seus 118 è scontro aperto fra il presidente della Commissione Sanità all’Ars e la burocrazia. Sulla vicenda dei contratti del personale 118, Pippo Digiacomo non le manda a dire alla dirigente Alessandra Di Liberto, componente del consiglio di gestione del Seus. «Esprimo pieno sostegno alla posizione espressa dall’assessore Lucia Borsellino- dice Digiacomo- però mi chiedo, cosa abbia spinto la dottoressa Di Liberto ad andare in maniera così arrogante nella direzione opposta rispetto a quella indicata dall’assessorato. E’ inaccettabile che mentre si lavora per salvare il 118, ci sia chi decide di remare contro».

Un attacco frontale che mette a nudo i pessimi rapporti fra politica e burocrati. «La dottoressa Di Liberto- continua Digiacomo- che durante il lungo periodo di commissariamento della Seus ci ha illuminati in commissione Sanità con il suo silenzio, adesso sembra essere mossa da una ossessiva predisposizione al licenziamento. Mi auguro che già nelle prossime ore la situazione torni alla normalità e si riprenda dall’unico punto possibile: attuare il piano messo a punto da Aliquò, per tutelare i lavoratori e assicurare ai siciliani il servizio di emergenza-urgenza».