Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1020
RAGUSA - 23/04/2014
Attualità - Brutte notizie per l’iscrizione ai due corsi

Medicina e odontoiatria: Sicilia perde un quinto dei posti

Dei 770 studenti che in Sicilia hanno ottenuto gli oltre 34,10 punti minimi per rientrare nella graduatoria utile, 372 hanno sostenuto la prova a Catania, 307 a Palermo e 91 a Messina Foto Corrierediragusa.it

La Sicilia perde oltre un quinto dei posti messi a concorso per l´iscrizione ai due corsi di studio di Medicina e Odontoiatria per il prossimo anno accademico. Sono i risultati dei test che sono stati resi noti sulla platea di 64mila studenti che hanno sostenuto l´esame. Le due graduatorie separate per Medicina e Odontoiatria sono nazionali e dicono che saranno circa 10mila studenti ad aver superato i test e che dovranno dunque spartirsi i posti negli atenei d’Italia. Di quelli messi a disposzione nelle tre università siciliane non vanno per intero agli studenti dell’Isola: la differenza infatti è appannaggio delle regioni «più preparate». Tra coloro che hanno sostenuto le prove in Sicilia, secondo i dati elaborati dall’Unione degli Universitari, gli studenti più bravi hanno compilato il test a Catania, aggiudicandosi anche parte dei posti disponibili negli atenei oltre lo stretto.

Dei 770 studenti che in Sicilia hanno ottenuto gli oltre 34,10 punti minimi per rientrare nella graduatoria utile, 372 hanno sostenuto la prova a Catania, 307 a Palermo e 91 a Messina. I posti messi in palio per gli studenti comunitari e non comunitari residenti in Italia erano 400 a Palermo, 215 a Messina e 317 a Catania. In Sicilia la peggiore percentuale è stata registrata a Messina, Palermo rientra nella media nazionale e Catania è una spanna più sù.