Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 434
RAGUSA - 23/04/2014
Attualità - Il presidente del Centro commerciale naturale tira un primo bilancio

Ibla abbonda di turisti, ma la ricettività...

Sono troppe le cose che non funzionano Foto Corrierediragusa.it

Luci ed ombre nella due giorni pasquale. I turisti hanno invaso Ibla rendendo il quartiere barocco il più gettonato tra i vari centri della provincia ma qualche disservizio non è mancato. Il presidente del Centro commerciale naturale "Antica Ibla", Santi Tiralosi, tira un primo bilancio: "Grazie all’afflusso di turisti tutti gli operatori commerciali hanno avuto modo di operare al meglio, cercando di invertire la tendenza delle ultime settimane e sperando che questo possa essere un segnale che ci porti con gradualità, e con un rialzo sempre costante. Senza spirito polemico facciamo rilevare, tuttavia, la mancata piena fruibilità del sito e, in modo particolare, la scarsità di aree dedite alla sosta dei veicoli. Credo che i flussi potrebbero aumentare del 30-40 per cento, se ci fosse la presenza di ancora più parcheggi. D’altronde, a Ragusa superiore ci si è organizzati con tre megastrutture sotterranee e non vedo perché lo stesso non si debba fare a Ibla per incrementare il turismo ancora di più. Chi lo spirito polemico lo tira fuori è una lettrice, Daniela Martorana, che insieme ad un grippo di turisti è incappata in una disavventura nel giorno di Pasquetta.

"Dopo la passeggiata ad Ibla abbiamo deciso di fare ritorno a Ragusa superiore con l´autobus urbano che sarebbe dovuto partire dallo spazio antistante i Giardini Iblei alle 13:20. Ci siamo disposti in attesa dell´autobus poichè alle 13.45 non c´era ancora traccia del mezzo pubblico abbiamo telefonato al comando di polizia municipale. L´agente di turno al centralino ci ha detto che avrebbe chiamato l´Ast per chiedere spiegazioni del ritardo. Richiamiamo dopo dieci minuti per sentirci rispondere, sempre in maniera molto cortese, che il mezzo doveva aver avuto qualche inconveniente e che certamente sarebbe arrivato di lì a poco. Alle 14.10 continuando a non vedere alcun autobus abbiamo fermato una volante in servizio a Ibla che ha raccolto la segnalazione del disservizio. Alle 14.30 (era già saltata anche la seconda corsa prevista) abbiamo richiamato il Comando dei vigili urbani e abbiamo appreso che, secondo il responsabile dell´Ast, le due corse (13. 20 e 14.20) sulla carta erano previste (e appare evidente che sulla carta sono rimaste) e che comunque il servizio sarebbe ripreso a partire dalle ore 16.20 (quindi dopo circa 2 ore).

Siamo riusciti a lasciare Ibla, e con noi i turisti, alle 15 senza conoscere il motivo del mancato servizio, solo grazie alla squisita gentilezza di alcuni residenti che generosamente hanno messo a disposizione le loro vetture per accompagnarci a Ragusa superiore. Difficile commentare simili episodi ma credo che i malcapitati turisti una volta tornati a casa troveranno il modo per sconsigliare ai loro amici di visitare questa nostra bellissima città".