Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 306
RAGUSA - 20/04/2014
Attualità - Uno scintillio di colori e folla oceanica a Scicli, Modica e Comiso

Foto - Pasqua Iblea baciata dal sole

Feste in piazza, tra folklore e religiosità nel rispetto della tradizione Foto Corrierediragusa.it

E´ stata una Pasqua baciata da un sole finalmente caldo e una temperatura mite che ha favorito l´afflusso di fedeli e turisti nei luoghi dove si sono svolti gli eventi ella tradizione. Chiese affollate soprattutto nelle ore antimeridiane ed appello dei vescovi e dei parroci per la giornata in favore dei seminaristi. Poi le feste in piazza, tra folklore e religiosità nel rispetto della tradizione. A Comiso per la "Paci", a Scicli per il "Gioia" ed a Modica per la Madonna "Vasa vasa" è stato uno scintillio di colori, un turbinio di scatti ed una sequela di riprese televisive soprattutto da parte di chi per la prima volta ha assistito ai riti più radicati della giornata di Pasqua. La festa dell´Uomo vivo e della Paci sono quelle che avranno un appendice serale con il rientro poi nei rispettivi santuari mentre la più "borghese" Modica chiude i festeggiamenti della Pasqua poco dopo mezzogiorno per consentire lauti pranzi pasquali e rimandare il tutto al dopo Pasquetta con il "martedì dell´Itria".

Il "Gioia" è uscito puntuale in un tripudio di urla, di cori e di inneggiamenti per continuare il suo percorso nei quartieri più popolari della città, passano per il Carmine e piazza Busacca. A Modica la sincronizzazione dei tempi con lo scoccare del mezzogiorno per l´incontro tra il Cristo e la Madonna non è stata inappuntabile ed è passato qualche minuto prima che i due simulacri procedessero alla prima "vasata". Poi l´incontro davanti a S. Pietro e quello conclusivo sul sagrato della chiesa di S. Maria.

Lunedì per tutti è tempo di scampagnate anche se le città non resteranno vuote. I turisti sono arrivati in buon numero e si dedicheranno alla visite dei siti grazie. Le presenze del lungo fine settimana sono incoraggianti e fanno sperare bene anche per il ponte del 25 aprile e poi quello del 1° maggio. A Modica la settimana che si apre è anche quella della festa del patrono S. Giorgio e questo sarà un ulteriore elemento di attrazione.

Nel fotomontaggio di copertina U´ Gioia di Scicli e la Madonna Vasa vasa a Modica. Sotto, le altre foto delle due manifestazioni. Cliccateci sopra per ingrandirle