Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1399
RAGUSA - 07/04/2014
Attualità - Deciso nel vertice tra i sindaci delle 3 città coinvolte, Bianco, Garozzo e Piccitto

Ragusa sede Comitato Distretto Sud est

L’obiettivo è quello di ottenere il finanziamento del maggior numero di iniziative inserite nel complesso programma di interventi Foto Corrierediragusa.it

Il comitato "tecnico-scientifico" del Distretto del Sud-Est Sicilia avrà sede in città. La decisione è stata presa in un vertice tra i sindaci delle tre città capoluogo coinvolte, Catania, Siracusa e Ragusa. Enzo Bianco, Giancarlo Garozzo, Federico Piccitto ed i rappresentanti delle Provincie Regionali e delle Camere di Commercio dell´area sono stati tutti d´accordo su Ragusa. Dice il sindaco Piccitto: "Ogni area territoriale dovrà indicare, in tempi brevi, un proprio delegato all´interno dell´organismo "tecnico-scientifico", composto complessivamente da tre esperti di alto profilo, che si occuperà di coordinare l´analisi e l´elaborazione dei progetti utili alla definizione di un piano strategico di area vasta. Prevista inoltre la creazione di altri due comitati, quello "organizzativo», per la gestione dell’iter relativo alla pianificazione ed alla vigilanza sulle iniziative realizzate, e quello "istituzionale», composto dai rappresentanti dei tre territori e dei relativi enti camerali, che si occuperà di ratificare le decisioni, dialogando con le realtà associative ed economiche dei tre territori coinvolti. Il primo avrà sede a Siracusa, mentre il secondo si riunirà a Catania».

Nel corso dell´incontro, oltre alla costituzione degli organismi previsti, si è deciso altresì l´avvio della fase di coinvolgimento degli altri comuni presenti nelle tre realtà coinvolte e sono stati definiti i dettagli relativi al progetto denominato "Cultura in movimento", per cui la macro-area ha presentato complessivamente 27 progetti. Inoltre, a metà aprile, è in programma un incontro con i rappresentanti dell´ente che si occupa dell´erogazione dei finanziamenti da parte del Ministero competente, per la scelta dei progetti finanziabili.

"L´obiettivo - afferma il primo cittadino - è quello di ottenere il finanziamento del maggior numero di iniziative inserite nel complesso programma di interventi, perché intendiamo sfruttare al meglio, quella che rappresenta un´importante opportunità di crescita per il nostro territorio, in sinergia con le altre realtà del Sud-Est siciliano".