Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1510
RAGUSA - 04/04/2014
Attualità - Eccellenze iblee si faranno apprezzare dal 5 all’8 maggio in Emilia Romagna

Dieci aziende ragusane al Cibus di Parma

Si tratta di 4 aziende modicane, 3 di Vittoria, due di Comiso e una di Ragusa
Foto CorrierediRagusa.it

Dieci aziende dell’agroalimentare ragusano saranno presenti alla prossima edizione di Cibus Parma che si svolgerà nella città emiliana dal 5 all’8 maggio prossimi.

La città di Modica manderà a Parma 4 eccellenze: la Bibita Polara, che produce bibite analcoliche e gasate, la Sisily srl, che produce semilavorati dolci e salati per pasticceria; Pagef che produce cialde per cannoli siciliani; Carter che produce dolci tipici modicani. Due sono le imprese che hanno sede a Comiso: la Don Paolino Sciacchitano che produce pane tipico, biscotti, panettoni, marmellate e gelati e la Punto Caldo che produce alimenti, anche surgelati, senza glutine.

Tre le aziende di Vittoria che parteciperanno: Bottega di Sicilia che produce conserva di pomodoro ciliegino; Contrade s.r.l. che produce ortaggi freschi e Terraneo Emozioni Siciliane che produce sughi pronti a base di melanzane. Per quanto riguarda Ragusa, sarà Primavera Iblea che produce crema di ricotta siciliana.

Si tratta di imprese che propongono prodotti di qualità indiscussa, selezionate dall’Assessorato regionale alle attività produttive per esporre in quella che viene considerata una delle fiere nazionali più importanti del settore food.

Le dieci imprese del ragusano fanno parte di un gruppo di quaranta aziende agroalimentari selezionate dalla Regione Siciliana nell’ambito di un progetto ideato per favorire la internazionalizzazione delle imprese siciliane e nell’ambito del quale è attivo anche il sito internet www.sicilyfoodproject.com.