Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 749
RAGUSA - 26/03/2014
Attualità - Nel capoluogo c’è ora un punto di riferimento per denunciare e reagire

Nuova associazione antiracket in provincia

Presenti all’evento i massimi rappresentanti delle istituzioni a conferma della valenza altamente sociale dell’iniziativa Foto Corrierediragusa.it

Si allarga la rete antiracket in provincia. E´ nata infatti la quarta associazione antiracket ed antiusura dopo le due già costituite a Vittoria e quella di Scicli. A tenere a battesimo l´ Associazione Ragusana Antiracket e Antiusura sono stati i massimi rappresentanti delle istituzioni a conferma della valenza altamente sociale dell´iniziativa. Alla presentazione tenutasi in Prefettura erano infatti presenti Elisabetta Bongiorno, commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiusura, il presidente onorario della Federazione nazionale delle associazioni, Tano Grasso, il prefetto Annunziato Vardè ed il referente della nuova associazione, Pippo Cabibbo. La costituzione della associazione ragusana è un buon segnale e viene a distanza di un mese da quella sorta a Vittoria; una testimonianza vitale della volontà di imprenditori, commercianti ed artigiani di non volersi sottomettere a fenomeni di usura ed estortivi. E´ anche un segnale della volontà di fare rete e di far sentire le istituzioni in tutta la provincia in un contesto socio-economico difficile per il perdurare della grave crisi finanziaria che attanaglia il mondo dell´imprenditoria.

Nel capoluogo c´è ora un punto di riferimento per denunciare e reagire e la classe imprenditoriale e commerciale ha uno strumento in più per difendersi ed attaccare fenomeni malavitosi tanto sottili quanto subdoli. Per Elisabetta Belgiorno è un giorno importante: "Questa è una bella tappa ha detto il commissario straordinario del Governo - La considero una tappa di un cammino ancora lungo, perchè devono essere sempre più numerosi gli operatori consapevoli che non sono soli e che hanno il sostegno e la vicinanza della rete delle forze di polizia, della magistratura e dello Stato". Per il prefetto Annunziato Vardè: "Credo nel ruolo importante delle associazioni antiracket. Ci sono ritrosie culturali che ostacolano la denuncia dei fenomeni delittuosi ma che oggi hanno uno strumento in più per essere denunciati". Per Pippo Cabibbo, neo presidente dell´Associazione: "Guarderemo soprattutto alla prevenzione e cercheremo di allargare il numero degli aderenti".