Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 832
RAGUSA - 24/03/2014
Attualità - La Commissione interministeriale per le Infrastrutture ha dato il suo benestare

Ok definitivo ai 3 lotti della Sr-Gela fino a Modica

La consegna dei lavori avverrà ufficialmente a fine aprile Foto Corrierediragusa.it

Via libera definitiva per i tre lotti della Siracusa-Gela. Si tratta dei lotti 6,7 e 8 che allungheranno l´attuale tracciato fino a Modica per complessivi 18,4 km. Nella sede del Consorzio Autostrade Siciliane a Messina,la Commissione interministeriale per le Infrastrutture ha dato il suo benestare per l´affidamento temporaneo dei lavori al raggruppamento temporaneo di imprese costituito da Società Italiane per le condotte d´acqua di Roma, che è l´impresa capofila e la Cosedil di S. Venerina. La consegna dei lavori avverrà ufficialmente a fine aprile. Il presidente del Cas, Rosario Faraci, ha dichiarato: "E´ stato compiuto l´ultimo decisivo passo per la realizzazione dell´opera che interesserà i comuni di Rosolini, Ispica e Modica". L´importo dei lavori è fissato a 289 milioni di euro finanziati con fondi europei e regionali. Sono previsti due viadotti , Scardino e Salvia Modica, e la costruzione di una galleria sul lotto 8 tra Ispica e Modica di 1,4 km. Sono stati superati tutti gli ostacoli che si sono posti nel corso di questi anni come il veto della Sovrintendenza di Ragusa che ha segnalato la presenza di siti archeologica in contrada Scorrione in prossimità di cava Gisana.

I primi due lotti, Rosolini-Ispica e Ispica Pozzallo saranno conclusi, secondo il cronoprogramma stilato, entro il 31 dicembre 2015. Mentre il lotto 8 da Pozzallo a Modica sarà completato entro 31dicembre 2017. Si prevede che per la realizzazione dei tre lotti saranno impiegati tra i 400 ed i mille lavoratori tra quelli alle dipendenze dirette delle imprese e l´indotto. Il via libera all´opera è arrivata pochi giorni dopo la riunione in Prefettura a Ragusa dove erano stati chiesti da parte dei sindacati certezze sull´inizio dei lavori. In quella sede inoltre i prefetti di Ragusa, annunziato Vardè e quello di Siracusa, Armando Gradone, hanno annunciato la firma di un protocollo di intesa per garantire la massima trasparenza nell´affidamento dei lavori per evitare eventuali infiltrazioni mafiose.