Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 990
RAGUSA - 15/03/2014
Attualità - Costerà due milioni e mezzo di euro e sorgerà in un’area all’interno del cimitero

Presto una realtà la cremazione a Ragusa

In provincia è attiva da un decennio la Socrem, la società di cremazione, che conta cento iscritti e registra un interesse sempre maggiore Foto Corrierediragusa.it

Costerà due milioni e mezzo di euro e sorgerà in un´area all´interno del cimitero comunale di Ibla. Il tempio crematorio sarà realizzato in uno spazio attrezzato di mille 800 metri quadrati con servizi all´avanguardia ed un parcheggio. Il tempio vero e proprio sarà di 500 metri quadrati e sorgerà nella nuova ala in fase di ampliamento del cimitero di Ibla. E´ una struttura all´avanguardia tra le prime in Sicilia e vuole rispondere sia all´esigenza di dare una risposta a quanti scelgono la cremazione sia al problema degli spazi all´interno del cimitero. Secondo i tecnici infatti il tempio crematorio risolverà per i prossimi 50 anni il problema degli spazi adibiti a loculi cimiteriali visto che sempre più gente sceglie la cremazione e la legislazione prevede che l´urna con le ceneri possa essere custodita in uno spazio privato all´interno della propria abitazione. Il costo previsto per la cremazione è previsto in 600 euro.

In provincia è attiva da un decennio la Socrem, la società di cremazione, che conta cento iscritti e registra un interesse sempre maggiore. Attualmente in Sicilia funziona la struttura crematoria di Palermo, molto spesso chiusa problemi tecnici e di Messina dove è stata aperta di recente. In alternativa bisogna rivolgersi a Bari e Salerno.