Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 797
RAGUSA - 11/03/2014
Attualità - In occasione del 50mo anniversario dell’istituzione della parrocchia

Posta la prima pietra nella nuova chiesa di S. Pio X

Sorgerà in un’area 670 mila metri quadrati lungo il viale Europa di fronte all’istituto tecnico "Besta" e con un campanile di 37 metri Foto Corrierediragusa.it

Una nuova chiesa per la città. E´ la parrocchia di S. Pio X che sorgerà in un´area 670 mila metri quadrati lungo il viale Europa di fronte all´istituto tecnico "Besta" e con un campanile di 37 metri. Il vescovo Mons. Paolo Urso (nella foto) ha posto la prima pietra alla presenza del parroco Don Mario Pavone, del sindaco, Federico Piccitto, le autorità civili e militari e con una grande partecipazione di fedeli e parrocchiani. Simbolicamente la pietra è stata posta all´altezza del punto dove sorgerà l´altare, luogo centrale sia dal punto di vista liturgico sia fisico del tempio.

All´interno del masso un tubo metallico con un pergamena nella quale sono riportati i dettagli della giornata. La data scelta per la cerimonia non è stata scelta a caso ma ricorda il centenario della morte di S. Pio X ed il 50mo anniversario dell´istituzione della parrocchia , avvenuta nel dicembre del 1964 per volontà dell´allora vescovo, Mons. Francesco Pennisi. Il vescovo ha poi impartitola benedizione prima di cedere la parola ad Antonio Buscema, l´architetto cui è stato affidato il progetto che ha ricordato passaggi più salienti che hanno portato ad una data storica.

Il Comune ha infatti ceduto il terreno ad un prezzo simbolico e la Cei ha finanziato l´opera al 75 per cento,circa due milioni 200 mila euro; il resto viene dalla parrocchia e dalla diocesi. Tre le imprese che si occuperanno dei lavori che dovranno essere completati entro due anni. Tra i progetti della nuova parrocchia la realizzazione di un oratorio in uno spazio adiacente la chiesa ma per il quale bisognerà trovare le risorse.


ancora chiese?
11/03/2014 | 18.55.10
nunzio

Una nuova chiesa? Ce ne era proprio di bisogno, se ne sentiva la mancanza! Mi chiedo e chiedo a chi è più illuminato di me: con quali soldi? Il Comune?, La Regione? Lo Stato? O il Vaticano? Sarebbe interessante sapere se le tasse versate dalla povera gente servono/serviranno per costruire una inutile nuova chiesa. Non sarebbe meglio destinare quei soldi all’edilizia scolastica, ai servizi agli anziani, ecc.?