Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 511
RAGUSA - 07/03/2014
Attualità - Telecamere implacabili nella zona a traffico limitato

A Ibla vietato morire di giorno. Il carro funebre non passa

A meno di pagare una multa salata per l’accesso nella zona da piazza Pola al duomo di S. Giorgio Foto Corrierediragusa.it

Orari inderogabili anche per i morti. Ad Ibla è vietato morire dalle 11 alle 17 perchè altrimenti diventa difficile trasportare la salma a meno di rimediare una multa per avere varcato la zona a traffico limitato. Per la salma che dovesse essere trasportata nel perimetro urbano che va da piazza Pola a S. Giorgio si deve dunque prevedere il trasporto a spalla perchè il carro funebre non gode di nessuna deroga e non ha accesso libero a meno che l´impresa di pompe funebri sia disponibile a pagare una multa salata.

E´ successo ad una impresa che opera in città che è stata chiamata da una congregazione religiosa con convento nel cuore della città barocca dove si trovava la salma da trasportare . L´agenzia funebre ha chiamato il centralino dei Vigili Urbani per ottenere una deroga all´ordinanza che vieta il carico e scarico delle merci negli orari imposti nella Ztl ma non c´è stato nulla da fare. Le regole valgono anche per i morti e chi oltrepassa i limiti della zona a traffico limitato incappa nell´occhio imparziale e cinico delle telecamere che registrano il passaggio e fanno scattare la multa.