Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 482
RAGUSA - 07/03/2014
Attualità - Non è un bel biglietto di presentazione ma è un dato di fatto l’insolvenza dell’ente

Fornitori energia prendono la "scossa"!

L’assessore Martorana ha puntato il dito sulle responsabilità dell’amministrazione Dipasquale Foto Corrierediragusa.it

C´è un "rischio Ragusa" e le società di fornitura di energia elettrica evitano di avere a che fare con palazzo dell´Aquila. Non è un bel biglietto di presentazione ma è un dato di fatto. Almeno a sentire l´assessore al Bilancio, Stefano Martorana, che ha puntato il dito sulle responsabilità dell´amministrazione Dipasquale per avere accumulato un debito ingente in fatto di consumo energetico. In tutto una bolletta di oltre dieci milioni dal 2005 al 2102 che non è stata mai onorata. Ha cominciato a farlo, ha rilevato l´assessore Martorana, la giunta Piccitto definendo la transazione con la Gala, fornitore di energia dal 2012 al 2013, al quale saranno pagati tre milioni di euro di cui ben 250 di interessi. "Queste ultime somme - ha precisato Martorana- le avremmo potuto spendere per scuole e servizi sociali e strade ed invece dobbiamo pagare per interessi e sanzioni. Ricorso poi che ci sono fatture non pagate ad Edison e poi alla società che fornisce il metano. Ricordo che quando ci siamo insediati a luglio non era stata pagata una fattura dell´anno in corso. Stiamo cercando di mettere in sicurezza i conti e di pagare per riportare l´ente in equilibrio. L´innalzamento dell´Imu che ci viene contestato è stato reso necessario proprio per far fronte a queste spese.

Nell´ultimo bilancio abbiamo iscritto 8,8milioni di euro per pagare la bolletta energetica della città". Stefano Martorana è poi entrato nel dettaglio delle ragioni che hanno portato a questa contingenza. L´amministrazione Dipasquale, secondo l´amministratore M5S, ha iscritto negli anni a partire dal2005 solo cinque milioni o poco più quando l´aumento dei costi energetici erano sotto gli occhi di tutti. Le somme dunque non potevano bastare così come è stato dimostrato dai fatti. L´Associazione Territorio dal suo canto,prendendo le difese del suo deputato di riferimento, ha dato dell´incompetente, arrogante e presuntuoso all´assessore Martorana. Territorio accusa l’Amministrazione Piccitto, di avere aumentato le tasse ai cittadini e di continuare a pagare in ritardo le bollette dell’energia elettrica causando così contenziosi e nuovi interessi da pagare. Dice ancora Territorio: "Non si comprende come possa attribuirsi la morosità all’Amministrazione Dipasquale che nell´agosto 2012 aveva completato il proprio mandato".