Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:36 - Lettori online 1347
RAGUSA - 27/02/2014
Attualità - Dopo 28 anni e 3 mesi di presenza da sabato non ci saranno più le pagine provinciali

Ha chiuso la redazione di Ragusa di Gazzetta del Sud

E’ il sintomo più evidente dello stato di malessere di tutto il settore a tutto detrimento dei lettori e della pluralità dell’informazione Foto Corrierediragusa.it

La crisi dell´editoria travolge aziende e giornalisti. Il mondo dell´informazione è cambiato negli ultimi anni per i crescenti costi di distribuzione e di produzione, per la mancanza di pubblicità istituzionale e non,per l´esplosione dei siti on line e dei nuovi media, che hanno registrato un autentico boom soprattutto tra le giovani generazioni. E´ partita così la corsa al contenimento dei costi con il taglio di pagine e supplementi, alla concentrazione delle testate e soprattutto delle aziende di raccolta pubblicitaria. Stratagemmi per evitare licenziamenti e ridimensionamenti che fanno male all´informazione, che privano i lettori di un servizio plurale e puntuale che garantisce la libera circolazione delle idee e delle notizie e sono elemento essenziale di democrazia.

A caduta dalle testate nazionali è cambiato anche in Sicilia il mondo dell´informazione anche se il procedere a piccoli passi da parte degli editori ha reso, almeno finora, impercettibili, o quasi, i cambiamenti se non per gli addetti ai lavori. Dall´inizio di quest´anno i tre grandi giornali siciliani hanno affidato la raccolta pubblicitaria ad una singola azienda con tutto quel che ne consegue in termini di concorrenza, dallo scorso anno sono stati incentivati i prepensionamenti di personale e giornalisti per ridurre il costo del lavoro, la foliazione dei quotidiani è stata ridotta, le collaborazioni sono state drasticamente ridotte. Lo sanno bene i lettori dei quotidiani siciliani che hanno visto diminuire le pagine, e quindi i servizi, dedicati alla loro realtà territoriale. A conferma dello stato di malessere arriva la chiusura per quanto riguarda la provincia di Ragusa, Siracusa e Catania, delle pagine locali di Gazzetta del Sud.

Da sabato primo marzo infatti, il quotidiano messinese cesserà le pubblicazioni specifiche per queste provincie. Dopo 28 anni e tre mesi di presenza, era infatti il dicembre del 1985, non ci sarà più la redazione ragusana di Gazzetta del Sud che sarà invece concentrata presso la sede di Siracusa. Qui i giornalisti, insieme a quelli della redazione siracusana e catanese, saranno addetti alla produzione di una pagina di cronache siciliane. Una presenza che scompare è sempre una ferita, una voce in meno in un coro, seppur ristretto, che rischia di diventare sempre più un "assolo". Non è un bella notizia nè per i lettori di Gazzetta del Sud o di altri quotidiani nè per tutto il mondo dell´informazione ma ci sentiamo in dovere di registrarla nella consapevolezza che nessuno può sentirsi esente da un malessere diffuso e penetrante.