Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 536
RAGUSA - 25/02/2014
Attualità - La comunicazione ufficiale del direttore generale dell’Assessorato regionale per la Salute

Asp: riconosciute le "buone pratiche" di Ettore Gilotta

La valutazione relativa all’anno 2011 ha dato pienamente ragione all’ex manager deceduto nel luglio del 2013 Foto Corrierediragusa.it

Gli obiettivi strategici dell´Asp 7 di Ragusa nel 2011 furono raggiunti. L´assessorato regionale della Salute ha riconosciuto la validità dell´azione dell´allora direttore generale Ettore Gilotta (nella foto). In una comunicazione ufficiale il direttore generale dell´Assessorato, Salvatore Sammartano ha ribadito la valutazione positiva rispetto agli obiettivi fissati e raggiunti dal manager prematuramente scomparso. Ettore Gilotta, deceduto il 2 luglio del 2013, si era insediato alla guida dell´Asp 7 nel settembre 2009 restandovi fino al luglio del 2012. Con i suoi più stretti collaboratori, Maria Sigona, nella veste di direttore amministrativo, e Pasquale Granata, direttore sanitario dell´Azienda, realizzò l´unificazione delle due aziende sanitarie allora operanti sul territorio.

Il riconoscimento postumo delle buone pratiche operate dalla triade diretta da Ettore Gilotta trova riscontro nel l´attribuzione del punteggio complessivo attribuito al direttore generale che dagli 84,10 punti precedentemente assegnati sono stati elevati a 87,10 dopo gli approfondimenti dovuti. Il punteggio per l´anno in questione risulta quello alto punteggio per le Asp siciliane. Gli obiettivi raggiunti sono stati suddivisi sostanzialmente in tre grandi aree; l´efficacia con la migliore fruibilità dei servizi, la prevenzione e l´abbattimento delle liste di attesa, nel campo dell´efficienza trova riscontro la rimodulazione e l´utilizzo appropriato della rete ospedaliera con la riduzione del tasso di ospedalizzazione.

Tra gli obiettivi raggiunti rientrano anche la comunicazione a tutti i portatori di interesse, la riorganizzazione delle urgenze con l´attivazione di punti di primo intervento. Un lavoro a tutto campo sul quale l´Asp ha potuto costruire e continuare il lavoro avviato da Gilotta offrendo servizi migliori e risultare ancora tra le più efficienti in Sicilia insieme a Caltanissetta.