Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 780
RAGUSA - 22/02/2014
Attualità - Grazie alla convenzione sottoscritta dal Comune con l’Azienda Foreste Demaniali

Riqualificazione vallata Santa Domenica a Ragusa

La cava Santa Domenica rappresenta, in un certo senso, il luogo che ha contribuito alla nascita della città come la conosciamo Foto Corrierediragusa.it

"Intendiamo garantire la piena fruizione di un’area che rappresenta il cuore verde "pulsante" della nostra città". Federico Piccitto, ha presentato così la convenzione sottoscritta con la sezione provinciale dell´Azienda Foreste Demaniali. Un documento che prevede l´avvio di una serie di interventi di conservazione, miglioramento e valorizzazione della vallata Santa Domenica (nella foto) e di Cava Gonfalone. Previsto, a partire dal mese di marzo, l´avvio di un´articolata attività di tracciamento, disboscamento, scerbatura, pulizia e livellamento dei percorsi naturali presenti nelle zone citate, al fine di favorire la fruizione da parte di cittadini e visitatori, garantendo loro la massima sicurezza, anche in caso di eventuali alluvioni. I lavori, per un importo massimo di circa 60mila euro, dovrebbero concludersi entro l´estate 2015. Si tratta di tempi praticamente obbligati per "debellare" definitivamente la cosiddetta "Ailantus Altissima", una pianta infestante caratterizzata da un abnorme sviluppo, principale responsabile del degrado ambientale riscontrato nelle zone citate. "Un’operazione - ha sottolineato lo stesso Piccitto - che si inserisce pienamente nel più ampio progetto di realizzazione di un parco urbano nell’intera vallata, che contribuisca, anche sotto il profilo turistico, alla rivitalizzazione del centro storico Superiore consentendo finalmente la fruizione diretta di uno dei simboli dell’enorme patrimonio ambientale a nostra disposizione".

Soddisfatto anche il dirigente provinciale dell´Azienda Foreste Demaniali iblea, Antonio De Marco. "Non si tratta di un semplice progetto di bonificazione di un´area verde - ha spiegato De Marco – ma piuttosto di un´importante iniziativa di riqualificazione organica e complessiva di quello che va considerato come un "polmone" verde del comune capoluogo. Il quale non va «mummificato», ma anzi conservato al meglio e soprattutto frequentato dai cittadini, possibilmente attraverso una serie di iniziative in prospettiva". La vera novità dell´accordo è rappresentata dalla possibilità di sviluppare forme di collaborazione tra l´azienda regionale Foreste Demaniali ed i singoli enti locali, proprio per la rivitalizzazione e la manutenzione delle aree di verde pubblico di competenza degli enti locali.

La convenzione è stata salutata con favore da Lorenzo Occhipinti a nome dell´associazione "Kalura" e dai componenti del comitato cittadino per la rivitalizzazione della vallata Santa Domenica. "Riavvicinerà la città ad una delle più importanti aree verdi della città -dice Occhipinti- La cava Santa Domenica rappresenta, in un certo senso, il luogo che ha contribuito alla nascita della città come la conosciamo. Nella zona, infatti, sono presenti le antiche latomie da cui i nostri padri estrassero la pietra per la ricostruzione degli edifici e delle abitazioni spazzate via dal terremoto del 1693".