Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 984
RAGUSA - 14/02/2014
Attualità - Contestata l’ordinanza del sindaco che apre il centro storico

Niente auto a Ragusa Ibla nei fine settimana

Un comitato di residenti incontrerà il sindaco Piccitto martedì prossimo Foto Corrierediragusa.it

I residenti di Ibla dicono no all´ordinanza del sindaco Piccitto che "liberalizza" il transito di auto e moto nei fine settimana dalle 21 all´una di notte. Il sindaco ha infatti emanato un´ordinanza definita sperimentale che consente l´ingresso ai veicoli nel quartiere barocco; il provvedimento è già scattato sabato scorso e dovrebbe protrarsi fino a tutto marzo. Per i residenti l´ordinanza non funziona perchè causa inquinamento acustico ed ambientale nel quartiere e va contro tutte le aspettative dei residenti e dei commercianti.

La protesta ha visto compatti i residenti e l´ex consigliere comunale Paolo Ucchino spiega: "Noi vogliamo tanta gente ad Ibla ma non vogliamo le auto perchè Ibla non è a misura d´auto. Inoltre non ci sono posti sufficienti per la sosta ed anche i commercianti sono danneggiati perchè le macchine dopo aver fatto un paio di giri vanno via". Il comitato che si è costituito avrà un incontro con il sindaco martedì per discutere dell´ordinanza. "Vogliamo discutere - dice ancora Paolo Ucchino - le soluzioni più idonee per Ibla che non possono esaurirsi con la liberalizzazione del traffico. Crediamo che la gente debba venire ma con i bus navetta che possono essere istituiti da largo S. Paolo e dal centro superiore. E se l´Ast non può garantire il servizio si faccia come in passato con cooperative di giovani".


15/02/2014 | 9.15.44
s4v

Ill.mo Signor Sindaco, squillino le trombe e rullino i tamburi, Martedì in Comune verrà "U ciù spertu ri Iusu"...vedi le risate...