Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1169
RAGUSA - 16/01/2014
Attualità - Appaltati lavori per l’ex palazzo Ina per quasi 50 mila euro. Il primo piano ospiterà il Civile

Ragusa pronta per nuovi uffici tribunale

Il comitato pro-Tribunale di Modica intanto ha chiesto un incontro con il ministro della Giustizia Foto Corrierediragusa.it

Il comitato pro Tribunale va dal ministro ma da Ragusa arriva la doccia fredda. Il presidente del consiglio Giovani Iacono infatti ha confermato l´impegno dell´amministrazione Piccitto ad adeguare l´attuale sede del tribunale ed il nuovo spazio di palazzo Ina dove saranno trasferiti alcuni uffici. Il presidente Iacono ha infatti comunicato al comitato "Cittadini per il Tribunale", ancora in fase di costituzione, che l´amministrazione Piccitto ha impegnato cento cinquanta mila euro per i lavori che interesseranno le due sedi. Il presidente Giovanni Iacono, pur rispettando le idee di ognuno, ha sostenuto che «non vi è alcun motivo di rivendicazione nè di campanilismi inutili perché il Comune di Ragusa ha già stanziato le somme. Nei mesi scorsi presso il Tribunale di Via Traspontino (nella foto), in mia presenza, il sindaco aveva assunto, in maniera formale, tutta una serie di impegni che sono stati pienamente e puntualmente rispettati. Mi ritengo quindi molto soddisfatto e sono convinto che Ragusa, come sempre, farà bene la propria parte e che gli uffici giudiziari troveranno la fisiologica funzionalità ed efficacia a vantaggio degli operatori della giustizia a vario titolo e dei cittadini dell´intera provincia». I lavori riguardano in particolare il primo piano di palazzo Ina dove dovrebbero andare gli uffici del Civile.

Il comitato Pro Tribunale di Modica, di cui è portavoce Enzo Galazzo, che si è costituito subito dopo l´accorpamento scattato il 13 settembre, tuttavia non demorde e punta ad un riutilizzo della struttura di piazzale Scucces. La tesi "forte" sostenuta dal comitato Pro Tribunale è quella del mancato adeguamento antisimico della sede del tribunale nel capoluogo tanto che esposti sono stati inviati al ministero della Giustizia ed ad altri organismi competenti. Il Comitato ha inoltre richiesto un incontro con il ministro Rosamaria Cancellieri, non ancora fissato, per discutere della possibilità dichiarata dal presidente Rosario Crocetta, che la Regione assuma l´onere.