Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 937
RAGUSA - 14/01/2014
Attualità - Il nuovo anno porta modifiche alla disciplina

Le ultime novità delle zone blu a Ragusa: via la "multina"!

Più possibilità di parcheggio per i residenti Foto Corrierediragusa.it

Il nuovo anno porta modifiche alla disciplina delle zone blu per il parcheggio. Eliminata la "multina", più possibilità di parcheggio per i residenti, pass per donne e proprietari di auto elettriche. Sono queste le novità introdotte che sono state illustrate in sede di commissione dal vicesindaco Massimo Iannucci, titolare della delega alla Viabilità, dal comandante della Polizia municipale, Giuseppe Puglisi e dal capitano Umberto Ravallese. E´ stata dunque decisa una rimodulazione sostanziale delle aree in cui insistono gli stalli a pagamento perchè il pass dei residenti sarà concesso non soltanto per permettere la sosta nella strada adiacente ma anche nell’ambito del quadrilatero di vie in cui si trova l’abitazione del cittadino titolare del pass stesso. Altre novità riguardano l’adozione dei pass rosa, per donne in gravidanza o con bambini sino a 24 mesi, e dei pass verdi, per chi è proprietario di auto elettriche. Annunciata poi la dine della "multina" che veniva comminata per il leggero ritardo.

Una sentenza della Corte dei conti non permette più di applicare questa sanzione amministrativa e gli automobilisti non in regola con l´orario di parcheggio dovranno pagare l´intera multa. Accantonati definitivamente gli aumenti che erano stati previsti per il ticket, con un aumento del 30 per cento, per il parcheggio sulle strisce blu. Il progetto dell´amministrazione è rientrato così come quello della delimitazione con strisce blu del centro di Marina.


15/01/2014 | 9.09.29
gianni

A perché non pensare ad aggiustare le strade o gli incroci PERICOLOSISSIMI come quello di c so vittorio veneto con via Buonarroti al posto di fare le strisce rosa verdi blu.. povera italia