Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 348
RAGUSA - 06/12/2013
Attualità - L’Anas tranquillizza gli utenti della strada sul "fuorviante" cartello

Catene a bordo solo per neve e ghiaccio

I due cristalli di ghiaccio posizionati nella parte bassa dei cartelli dicono che l’automobilista ha l’obbligo della catene a bordo solo se c’è neve o ghiaccio lungo la strada
Foto CorrierediRagusa.it

L´Anas tranquillizza gli utenti della strada. Ed in particolare quanti percorrono la Ragusa-Modica tra il km 314,700 ed il km 334,500. La direzione centrale dell´Anas ha infatti chiarito i dubbi sollevati nei giorni scorsi da Cittadinanzattiva sul rischio multe lungo la Ragusa-Modica per via del mancato aggiornamento della segnaletica con la quale non veniva esplicitato, secondo Cittadinanzattiva, l´obbligo delle catene a bordo solo in caso di neve o ghiaccio. L´Anas si è affrettata a precisare che "la segnaletica già posizionata sui luoghi, conforme al Codice della Strada, contiene un pannello integrativo, del tipo previsto all’articolo 83 modello II.6/h del regolamento di attuazione del Codice della Strada. Tale pannello, raffigurante due cristalli di ghiaccio, specifica l’obbligo di cui all’ordinanza solo in caso di presenza di neve o ghiaccio. Gli utenti della strada potranno essere sanzionati solo qualora, in presenza di neve o ghiaccio, risultassero sprovvisti di catene da neve a bordo (o pneumatici invernali preventivamente installati)". Non ci sono dunque equivoci di sorta.

I due cristalli di ghiaccio posizionati nella parte bassa dei cartelli dicono che l´automobilista ha l´obbligo della catene a bordo solo se c´è neve o ghiaccio lungo la strada. A questo proposito l’Anas invita gli utenti a mantenersi costantemente informati sulle condizioni meteo in modo che venga garantita la fluidità del traffico in presenza di ghiaccio o eventi nevosi oltre che scongiurata la possibilità di incorrere nelle sanzioni previste dal Codice della Strada in assenza dei dispositivi richiesti. L´Anas ricorda ancora che l´ordinanza emessa è stata finalizzata a "regolamentare la viabilità invernale sulle strade statali ricadenti in provincia di Ragusa, nel periodo dal 16 dicembre al 16 marzo, e dispone che il provvedimento abbia efficacia esecutiva soltanto in caso di esposizione per avviso all’utenza di apposita segnaletica verticale».

Nel comunicato ufficiale , dopo l’elenco di strade statali in cui vige l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali nel periodo indicato a prescindere dalle condizioni meteorologiche, si legge che «nello stesso periodo, l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali (da neve) sarà in vigore, solo a seguito di esposizione, per avviso all’utenza, di apposita segnaletica verticale, lungo i seguenti tratti». A seguire, sono elencate l’autostrada A19 «Palermo-Catania», tratto Scillato-Mulinello, e sette strade statali, tra le quali la strada statale 115 «Sud Occidentale Sicula», dal km 314,700 al km 334,500,ovvero il tratto che va da Ragusa verso Modica.

La precisazione dell´Anas fuga dunque tutti i dubbi sollevati da Cittadinanzattiva che aveva anche parlato di incongruenze e difformità tra quanto concordato con la Prefettura di Ragusa, che lo scorso anno si era fatta carico del problema a seguito delle numerose prese di posizione di parlamentari, associazioni ed amministratori locali, e la stessa Anas che aveva rassicurato sull´aggiornamento dei pannelli già posizionati lungo la statale con l´inserimento dei due simboli del ghiaccio. L´obbligo delle catene a bordo, pur se solo in caso di neve o ghiaccio, entra in vigore da lunedì 16 e permarrà fino a domenica 16 marzo del prossimo anno.