Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1293
RAGUSA - 23/11/2013
Attualità - Su proposta dall’Associazione Nuova Vita

Protocollo in Prefettura contro violenza donne

Una iniziativa fortemente sostenuta in questi mesi dal Prefetto Foto Corrierediragusa.it

Lunedì prossimo a mezzogiorno al Palazzo del Governo (foto) si procederà alla sottoscrizione di un Procolllo d’intesa sul fenomeno della violenza nei confronti delle donne. L´evento si svolgerà alla presenza del Prefetto Vardè, nonché del Commissario Straordinario della Provincia Regionale di Ragusa, dei Sindaci dei Comuni capofila di distretto Ragusa, Modica e Vittoria, dei Vertici delle Forze dell’Ordine, del dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale, dei dirigenti dei locali Uffici di Servizio Sociale del Dipartimento di Giustizia Minorile e di Esecuzione Penale Esterna, del Commissario Straordinario dell’Azienda Sanitaria Provinciale, della Consigliera Provinciale di Parità e della Presidente dell’Associazione «Nuova Vita» di Ragusa.

L´iniziativa, a suo tempo proposta dall’Associazione Nuova Vita di Ragusa, è stata fortemente sostenuta in questi mesi dal Prefetto e l’importante momento, che si è volutamente fatto coincidere con la ricorrenza della «Giornata internazionale contro la violenza sulle donne», è il risultato di un lungo ed impegnativo lavoro di tutti i soggetti istituzionali che, a vario titolo, hanno contribuito alla stesura di un documento recante mirate strategie e azioni d´intervento in materia di contrasto e di prevenzione della violenza nei confronti delle donne.

Con la sottoscrizione del protocollo si intende, in particolare, formalizzare la creazione di una rete istituzionale che interessa i vari aspetti della delicata problematica, da quelli riguardanti le Forze di Polizia, i Servizi Sociali territoriali e i Servizi Sanitari a quelli afferenti la società civile attraverso il coinvolgimento del mondo scolastico e che, in particolare, vede la Prefettura in prima linea nella sua funzione di coordinamento, a tutela della sicurezza delle donne con riferimento alla violenza che si consuma in ambito familiare e nelle relazioni affettive.