Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1064
RAGUSA - 18/11/2013
Attualità - Bellissime modelle, mini corsi di cake design, abiti ricercati e perfino sposi-trampolieri

Un successo "Nozze in porto" tra sogno e bellezza

Numerose giovani coppie, assieme ad amici e familiari, si sono avvicinate all’iniziativa organizzata da «Les Choses Faciles» Foto Corrierediragusa.it

Bellissime modelle, mini corsi di cake design, abiti ricercati e perfino sposi-trampolieri ma soprattutto una grande partecipazione. Questi gli ingredienti della manifestazione «Nozze in Porto» che per l’intera giornata di oggi ha animato il Porto Turistico di Marina di Ragusa offrendo una completa panoramica sul «sistema wedding», con consigli, idee e soprattutto persone per il matrimonio dei futuri sposi. Numerose giovani coppie, assieme ad amici e familiari, si sono avvicinate all’iniziativa organizzata da «Les Choses Faciles» con la presenza di tanti operatori del settore che, pur mantenendo la propria autonomia gestionale, trasformano il matrimonio in un evento globale in cui gli sposi sono gli esclusivi protagonisti. E’ questa la filosofia del progetto di interazione strutturata che tende così a presentare un’offerta coordinata per «nozze perfette» anche all’interno di location non convenzionali, come può essere l’affascinante porto turistico magari con le suggestive atmosfere che si creano al tramonto, o un’antica villa, un teatro o ancora un vecchio fienile. L’importante è affidarsi a soggetti che operano nel settore e che grazie ad una nuova capacità organizzativa che supervisiona ogni fase, riescono a seguire gli sposi già nella prima fase organizzativa del matrimonio, per proseguire naturalmente durante il giorno delle nozze ma anche dopo, quando la coppia prenderà consapevolezza della nuova dimensione di vita.

E così il porto turistico si è trasformato in una vera e propria vetrina con la possibilità di conoscere i soggetti più funzionali alle nozze, da coloro che si occupano del parco automobili per le cerimonie, comprese le auto d´epoca, ed ancora le sale trattenimenti, gli operatori che si occupano di regali e liste nozze, dei corredi, degli arredi ed accessori per la casa, dei viaggi per gli sposi, dell´intrattenimento per le cerimonie fino naturalmente agli abiti da sposa, il trucco e hair style, foto e video. E per aiutare i futuri sposi rispetto alle scelte più giuste, «Les Choses Faciles» ha programmato ben otto mini eventi che si sono sviluppati nel corso della giornata. Protagonista principale di questi mini appuntamenti è stata la bridal stylist Francesca Fiorentini che ha offerto consigli e suggerimenti ai futuri sposi partendo dai segreti che possono arrivare dalla natura attraverso l´uso dell´aloe, elemento naturale dalle molteplici proprietà.

Ma la Fiorentini ha anche dato i suoi consigli per lo sposo oltre che per le location da scegliere opportunamente. «Regole da rispettare – ha detto la Fiorentini, nota in Italia per le sue consulenze di stile e portamento per spose e invitate - cercando di rispettare i desideri di ciascuno e i gusti comunque degli sposi. Ho cercato di dare i consigli più adatti, anche per i signori uomini, ad esempio l´uso del tight considerato che a volte viene usato per i matrimoni informali ma è invece un abito formale che va utilizzato tra l´altro solo per i matrimoni di giorno e non di sera come spesso accade. E poi il trucco della sposa, non deve essere pesante, deve piuttosto valorizzare i lineamenti della sposa, deve essere naturalmente resistente al sudore e alle lacrime, ma deve esaltare il volto e dunque va evitata una grossa quantità. Meglio fare più prove prima». Non sono mancati i consigli di stile e portamento.

La Fiorentini ha sottolineato l’importanza del momento clou del matrimonio, cioè l´ingresso in chiesa, fornendo una serie di dritte su come gestire il bouquet, il velo, gli accessori, in modo che la sposa possa prepararsi prima ed arrivare rilassata all´altare. «L’incedere deve essere lento – ha concluso la Fiorentini – ed è una raccomandazione che faccio a tutte le spose perché l´emozione porta a correre, a fare movimenti bruschi che la renderebbero poco elegante. Infine i tacchi, utili ma non servono necessariamente, in ogni caso se lo sposo non è troppo alto, non bisogna mai superarlo in altezza». Le giovani coppie, ma anche i familiari e gli amici, hanno trovato a «Nozze in Porto» tante soprese come un divertente flashmob che ha d’improvviso animato le piazze interne del porto ed ancora animatori e trampolieri che hanno regalato alcuni momenti di spettacolo. Al tramonto la sorpresa finale con «Rosso di sera», un gustoso aperitivo dedicato alle coppie, da assaggiare in riva al mare. Negli spazi esterni del porto i numerosi visitatori hanno avuto modo di scoprire dei veri e propri percorsi olfattivi grazie ai mini «orti botanici» che, con la progettazione tecnica dell’architetto Deborah Nigro, sono stati realizzati utilizzando pallet riciclati (messi a disposizione dalla Colacem) e piantine aromatiche.

Elementi ecosostenibili che adesso resteranno a disposizione della struttura portuale. «Nozze in Porto» è stato così un evento che ha saputo lanciare l’attenzione giusta sul «sistema wedding» approfittando della disponibilità mostrata dal Porto Turistico di Marina di Ragusa. «Abbiamo dato dimostrazione di come si possa realizzare un evento speciale puntando sull’atmosfera, le sensazioni, le idee e non sulle cose – spiega Elena Cilia di «Les Choses Faciles» – Il segreto giusto per far bene e con budget contenuti, analizzando le emozioni, osservandole con attenzione per poi riprodurre le condizioni migliori affinché queste atmosfere si diffondano. Come amiamo sempre dire, non bisogna puntare alle cose ma alle persone». L’evento si è concluso con la degustazione guidata di grappe e amari offerti dalla notissima azienda italiana Averna. Partner istituzionali dell’evento sono la Camera di Commercio di Ragusa, il Comune di Ragusa e la Cna. Partner tecnici sono invece Grg Eventi Villa Di Pasquale e Ravi, con il contributo di Andrea Mangano fotografo, Hybleart Dance Studio, Fabio Nicolaci per i video e Best Memories.

Maggiori informazioni sulla paginawww.facebook.com/nozzeinporto