Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 704
RAGUSA - 25/10/2013
Attualità - Accordo interistituzionale tra Asp e Procura della Repubblica

Nei Pronto soccorso arriva il "codice rosa" antiviolenza

Non solo donne, ma anche bambini, anziani, extracomunitari, omosessuali ed in genere tutte quelle persone che possono trovarsi in situazioni di debolezza e vulnerabilità

Nei Pronto soccorso degli ospedali della provincia arriva il "Codice rosa". E´ il nuovo percorso di accoglienza dedicato a chi subisce violenza, non solo donne, ma anche bambini, anziani, extracomunitari, omosessuali ed in genere tutte quelle persone che possono trovarsi in situazioni di debolezza e vulnerabilità e i cui segni di violenza subita non sempre risultano evidenti.
Il «Codice Rosa» verrà assegnato da personale appositamente addestrato a riconoscere gli abusi, anche se non apertamente dichiarati, ed ai soggetti interessati sarà dedicata una apposita stanza al Pronto Soccorso. Non appena il codice viene attribuito, è allertata una equipe sanitaria (medici, infermieri, psicologi …) e le forze dell’ordine. Quanti arrivano al pronto soccorso perchè oggetto di violenza saranno accolti dunque in un ambiente protetto nel massimo rispetto della privacy, delle scelte e dei tempi necessari alle vittime e sarà un percorso sanitario di sostegno, teso a fare emergere tutti quegli episodi di violenza che altrimenti rimarrebbero nell’ombra, per il disagio della vittima e per la paura di ritorsioni.

Al percorso di cura si affiancherà l’azione sinergica e tempestiva della Procura della Repubblica e delle forze dell’ordine per registrare tutti gli elementi utili per avviare le indagini e per monitorare e tenere sotto controllo le situazioni a rischio, nei casi di mancata denuncia. La Task Force interistituzionale, tra l’ASP e la Procura Generale della Repubblica di Ragusa, ha permesso la realizzazione di un «Manuale operativo» che contempla la procedura di attivazione del «Codice Rosa.

Il nuovo servizio è stata salutato positivamente dal procuratore Carmelo Petralia: "Una sinergia e collaborazione istituzionale tra l’Asp e la Procura che ha permesso la realizzazione di un progetto che si inserisce in un contesto, già sperimentato di collaborazione tra le istituzioni. Le fasce deboli, quindi, troveranno un supporto, un sostegno nell’affrontare la condizione di grande difficoltà".