Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 801
RAGUSA - 23/10/2013
Attualità - Lo stanziamento di 100 mila euro basta a coprire trasporto ed assistenza solo per dieci giorni

Mamme studenti disabili in piazza contro i tagli ai servizi

La manifestazione si tiene oggi alle 19 in piazza Poste per cercare la solidarietà di tutta la città. Ancora silenzio da Palermo

La provincia ci mette 100 mila euro ma la protesta continua. "Questi soldi non bastano, coprono solo una decina di giorni per i servizi di trasporto ed assistenza ai disabili" dicono in coro le mamme che stazionano ormai da una settimana a palazzo del Fante per protestare contro il taglio dei servizi a favore dei loro figli. Sono 126 gli studenti disabili delle scuole medie superiori a cui la Provincia regionale di Ragusa dovrebbe garantire il trasporto scolastico. 80 gli alunni a cui dare assistenza specialistica, 36 non udenti e 18 non vedenti, a cui dare sostegno didattico, e infine sono 5 gli utenti ricoverati in strutture specializzate.

Per garantire il servizio di trasporto più 24 ore di assistenza specialistica di base, 10 ore di sostegno didattico per i non vedenti e 15 ore di sostegno didattico per i non udenti sono necessari 263 mila euro mensili per cui anche i 100 mila euro trovati da Scarso sembrano non più che un palliativo. Lo sforzo del commissario straordinario che, grazie all´approvazione del bilancio ha trovato la somma, è stato apprezzato ma non risolve, infatti, il problema di fondo. Non si potrà infatti arrivare nè a fine anno solare nè tantomeno a fine anno scolastico; servono altri fondi e si attendono a questo proposito notizie da Palermo. Intanto mercoledì alle 19 le mamme degli studenti disabili terranno un’assemblea aperta a tutti che si terrà in piazza Matteotti di fronte al Comune, proprio di fronte a palazzo dell’Aquila». Le mamme fanno appello a tutta la città perchè partecipi e sia solidale con loro e nello stesso tempo quante più persone si mobilitino.

L´approvazione del bilancio della Provincia
Il commissario straordinario della Provincia ha approvato il bilancio ed ha trovato i soldi per il trasporto scolastico ed il servizio di assistenza dei disabili. Tra le pieghe del bilancio Giovanni Scarso ha racimolato tuttavia solo una somma minima, che è pur sempre un obiettivo raggiunto alla luce della protesta ad oltranza dei genitori degli studenti disabili che da una settimana protestano a palazzo del Fante. Dice Giovanni Scarso: «Avevo preso l’impegno di approvare il bilancio e mettere in sicurezza l’Ente e l’ho fatto.

Questo ci consentirà di far ripartire il servizio di assistenza ai disabili seppure per un periodo limitato, rastrellando le economie del capitolo dei servizi sociali e attingendo altresì anche al fondo di riserva". Il bilancio si può dunque definire tecnico perchè garantisce solo servizi essenziali egli stipendi del personale.