Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1049
RAGUSA - 18/10/2013
Attualità - Incontro con il prefetto per rappresentare il disagio delle famiglie

Ancora niente servizi per i disabili: genitori in catene

Il commissario straordinario Giovanni Scarso intenzionato ad approvare il bilancio e stanziare 100 mila euro per assistenza e trasporto Foto Corrierediragusa.it

Protesta ad oltranza dei genitori (nella foto) degli studenti disabili che non godono dall´inizio dell´anno scolastico dell´assistenza personale e del trasporto. La sala giunta di Palazzo del Fante è sempre occupata ed i genitori non intendono mollare. Alcuni di loro si sono anche incatenati ed il personale dell´ente ha manifestato la sua solidarietà ai genitori con un comunicato ufficiale. Da Palermo non ci sono ancora risposte ed il commissario straordinario Giovanni Scarso sta cercando di approvare il bilancio 2013 per recuperare 100 mila euro per assicurare i servizi. La protesta tra l´altro non è limitata solo a Ragusa ma si è allargata a Pozzallo e Modica dove esistono gli stessi problemi.

Il commissario Scarso conta di approvare il bilancio entro i primi giorni della prossima settimana per cui il servizio potrebbe subito partire ma finora questa è solo un´ipotesi di lavoro. Ieri il commissario ed una delegazione di genitori si è recata in prefettura dove ha incontrato il prefetto, Annunziato Vardè, per rappresentare tutte le difficoltà create dalla mancanza dei trasferimenti dalla regione. Il prefetto si è impegnato a contattare la Regione per sollecitare l´accreditamento delle somme e si è impegnato anche a contattare i dirigenti scolastici perchè assicurino con i collaboratori scolastici l´ assistenza personale di base ai disabili, servizio per il quale i collaboratori percepiscono un´indennità.