Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 852
RAGUSA - 11/10/2013
Attualità - I sindacati prendono posizione ed hanno chiesto un incontro ai prefetti di Ragusa e Siracusa

Impiegare manodopera locale per lavori lotti Sr-Gela

Si prevede un’occupazione di 500-700 unità dall’estate 2014 a dicembre 2015

In attesa dell´aggiudicazione dell´appalto perla realizzazione dei tre lotti da Rosolini a Modica dell´autostrada Siracusa Gela i sindacati i sindacati mettono già le mani avanti. "Bisogna occupare manodopera locale almeno per l´ottanta per cento della forza lavoro" hanno detto nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato i rappresentanti di Cgil, Cisl ed Uil del comparto edili delle provincie di Ragusa e Siracusa. I sindacati hanno chiesto ai prefetti delle due province interessate, Annunziato Vardè ed Armando Gradone di farsi garanti dell´accordo da sottoscrivere con l´impresa che si aggiudicherà di lavori. Sono otto infatti le imprese che hanno partecipato alla gara, di cui una sola siciliana, la Tecnis di Catania.

I sindacati chiedono che si attinga alla borsa lavoro istituita, ovvero il sistema bilaterale "Blen" in cui risultano registrati tutti gli edili qualificati e dove sono specificate anche le loro mansioni per evitare assunzioni clientelari. Si prevede che la forza lavoro da impiegare oscilli tra le 500 e le 700 unità per 18 mesi di lavoro visto che si prevede che i cantieri siano aperti nell´estate del 2014 e la consegna è fissata a dicembre del 2015.

E´ chiaro tuttavia, come hanno sottolineato Mimmo Bellinvia e Paolo Aquila per la Cgil, Paolo Gallo della Cisl e Saveria Corallo e Mimmo Spadaccino per la Uil che l´impresa che si aggiudicherà i lavori, come da prassi, ha al suo seguito maestranze specializzate e di propria fiducia ma questo non deve evitare di dare spazio alla manodopera locale residente nei comuni di Avola, Rosolini, Noto, Modica, Ragusa, Ispica, Pozzallo e Vittoria.

Per tutto il comprensorio del sud est l´occasione della costruzione dei tre lotti è troppo importante dal punto di vista occupazionale per non essere colta per cui i sindacati presenteranno una formale richiesta ai due prefetti di Siracusa e Ragusa perchè si facciano promotori di un vertice in cui dare risposte alle aspettative del comparto edile in modo da non acuire il disagio sociale ed economico. L´importo dei lavori per la realizzazione dei tre lotti è di 330 milioni di cui 172 finanziati dalla Regione ed il resto con fondi statali ed europei. In tutto saranno realizzati 19,5 km di cui 2,5 in territorio di Rosolini ed il resto, 17 km, tutto in provincia di Ragusa fino a Modica.